+T -T

Fondi riqualificazione periferie: preoccupazione delle Regioni

Post di Stefano Bonaccini

(Regioni.it 3446 - 06/09/2018) "In Conferenza unificata Stato-Regioni-Enti locali ho espresso la preoccupazione che, con l'intervento previsto nel decreto milleproroghe, vadano perduti 1,6 miliardi destinati al recupero delle periferie delle città", ha scritto il Presidente della Conferenza delle Regioni e Presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. "Come Regioni siamo al fianco dei sindaci: lo Stato non può tradire gli accordi sottoscritti e azzerare i tanti contratti già perfezionati. Bloccare gli interventi è non solo un errore politico, ma anche uno strappo istituzionale e un atto illegittimo. ...Si è detto che il problema è il mancato coinvolgimento delle Regioni, come previsto dalla sentenza della Consulta? Bene, le Regioni pensano che il recupero delle periferie sia una priorità. E che bloccare il recupero delle parti più degradate delle nostre città rappresenti un danno alle comunità. C'è peraltro - ...
 
 
Leggi tutto »



 
 

Documento della Conferenza delle Regioni del 6 settembre

+T -T

Bandi periferie: Posizione su sospensione delle convenzioni

 

(Regioni.it 3447 - 07/09/2018) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella seduta del 6 settembre ha approvato un documento sulle problematiche dovute alla sospensione delle convenzioni del bando "periferie" contenuta nel Decreto Milleproroghe. Sul tema hanno espresso preoccupazione diversi Presidenti di Regione (cfr."Regioni.it" del 6 settembre)
Il testo è stato consegnato al Governo nel corso della Conferenza Unificata che si è tenuta lo stesso 6 settembre ed è stato pubblicato nella sezione "Conferenze" del portale www.regioni.it.
Si riporta di seguito il testo del documento. 
In relazione all’articolo 13 del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91 nel testo approvato dal Senato in sede di conversione il 6 agosto 2018, occorre tener conto dello stato di avanzamento delle procedure volte alla realizzazione degli interventi finanziati ai sensi dell’articolo 1 comma 141 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (“c.d. bando periferie”).
Infatti il predetto articolo 13, al comma 1, inserendosi nella programmazione di questi interventi rischia di incidere sui tempi di realizzazione della spesa di investimento che si ritiene unanimemente fondamentale ai fini della crescita e dello sviluppo del Paese.
Occorre pertanto verificare che i Comuni beneficiari di tale bando abbiano le disponibilità attraverso gli avanzi di amministrazione, coerentemente con gli effettivi cronoprogrammi di spesa. In tal caso nessun investimento subirebbe rallentamenti diversamente occorrerebbe ripristinare le risorse per gli interventi di spesa effettivamente esigibili nel 2019.

Regioni.it n. 3446 - giovedì 6 settembre 2018
Fondi riqualificazione periferie: preoccupazione delle Regioni

( red / 07.09.18 )


time
0.062s