Servizio civile: Toti, via libera alla programmazione finanziaria 2018

giovedì 22 febbraio 2018

Roma, 22 febbraio 2018 (comunicato stampa) “Oggi diamo parere favorevole alla programmazione finanziaria del fondo nazionale per il servizio civile per l’anno in corso. Complessivamente più di 292 milioni in gran parte destinati ai compensi che saranno percepiti dai volontari del servizio civile nazionale”, lo ha dichiarato Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria e Vicepresidente della Conferenza delle Regioni.
Si prevede che nel 2018 si avvieranno al Servizio Civile Nazionale più di 51.000 giovani volontari, di cui 49.532 per il bando ordinario.
 
Le risorse per il rimborso agli enti e ai volontari sono gestite direttamente dal Dipartimento. I volontari in Italia sono saliti a 48.200 e la quota (46%) assegnata alle Regioni è di 22.172, con un leggero incremento rispetto allo scorso anno.
 
“Va comunque sottolineato – aggiunge Toti – che le risorse destinate alle Regioni per lo svolgimento per alcune funzioni delegate sono aumentate del 20 per cento rispetto al 2017, la somma stanziata passa infatti da 1.200.000 a 1.440.000 euro”.
 
Il finanziamento è suddiviso in tre capitoli:
  • Contributo per spese di funzionamento degli uffici di servizio civile nazionale: passa da 300.000,00 del 2017 a 600.000 euro per il 2018.
  • Campagne per attività di formazione e d'informazione sul servizio civile, si passa da 400.000 (2017) a 540.000 euro (2018). Risorse che sono state ripartite oggi in Conferenza Stato-Regioni.
  • diminuito invece il contributo per le attività di accreditamento e valutazione progetti pari a 300.000.

 

Fondi destinati alle Regioni per iniziative di Servizio civile Informazione/formazione. Ripartiti nella Conferenza Stato-Regioni del 22 febbraio 2018

2018

 

% Reg. FNPS *

540.000,00

Abruzzo

2,45%

13.230,00

Basilicata

1,23%

6.642,00

Calabria

4,11%

22.194,00

Campania

9,98%

53.913,60

Emilia-Romagna

7,08%

38.253,60

Friuli Venezia Giulia

2,19%

11.836,80

Lazio

8,60%

46.440,00

Liguria

3,02%

16.308,00

Lombardia

14,15%

76.410,00

Marche

2,65%

14.310,00

Molise

0,80%

4.320,00

Provincia di Bolzano **

0,82%

4.428,00

Provincia di Trento**

0,84%

4.536,00

Piemonte

7,18%

38.772,00

Puglia

6,98%

37.692,00

 

 

 

Sardegna

2,96%

15.984,00

Sicilia

9,19%

49.626,00

Toscana

6,55%

35.370,00

Umbria

1,64%

8.856,00

Valle d’Aosta

0,29%

1.566,00

Veneto

7,28%

39.312,00

 

100,00%

540.000,00

* Criteri utilizzati per il Fondo Nazinoale Politiche Sociali costrui tenendo conto della demografia, della situazione socioeconomica, dell’occupazone, delle condizioni giovanili

** Gli importi indiviuati per le Province Autonome di Trento e Bolzano, sono resi indispensabili, ai sensi dell’art. 2, commi 109 e 126 della legge 23 dicembre 2009, n.291


time
0.062s