Documento della Conferenza delle Regioni del 31 gennaio

+T -T

Via libera alla riforma dell’ordinamento penitenziario

 

(Regioni.it 3314 - 01/02/2018) Dalla Conferenza Unificata del 31 gennaio è arrivato un parere favorevole, ma a maggioranza, sulla riforma dell’ordinamento penitenziario in attuazione della delega (cfr. anche "Regioni.it" n. 3313). In ogni caso si tratta di un "via libera" condizionato all’accoglimento, non rinunciabile, delle osservazioni formulate dalle Regioni e Province autonome contenute nel documento che è stato consegnato al governo nel corso. Le Regioni Campania, Liguria, Lombardia e Veneto hanno espresso un parere negativo, dovuto soprattutto all’incertezza degli oneri finanziari.  Una preoccupazione condivisa in  parte anche dalla altre Regioni che nel documento consegnato all'esecutivo hannop sottolineato che anche in caso di accoglimento integrale delle osservazioni regionali "il provvedimento comporterà nuovi oneri, in misura significativa per i servizi sanitari regionali, non coperti e al momento non ...
 
+T -T

Serracchiani: via libera alla riforma dell'ordinamento penitenziario

 

(Regioni.it 3313 - 31/01/2018) Parere positivo dalla Conferenza delle Regioni al decreto legislativo che riforma l'ordinamento delle  carceri, condizionato però all'accoglimento di alcune osservazioni. Lo ha annunciato la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che oggi ha presieduto la riunione del governatori. La riforma dell'ordinamento penitenziario, ha detto Serracchiani, "è una riforma importante che tutte le Regioni hanno apprezzato", per questo "abbiamo espresso parere favorevole, condizionandolo però all'accoglimento di alcune osservazioni, perché‚ su determinati aspetti, in particolare la tutela dei detenuti che hanno problemi di salute mentale, c'è un'incertezza finanziaria. E - ha aggiunto - alcune Regioni hanno ritenuto di esprimere un parere negativo per l'incertezza degli aspetti finanziari. La riforma dell'ordinamento penitenziario resta però una riforma attesa da tempo e assolutamente una buona riforma", ha concluso Serracchiani.
Interpellata dai giornalisti su diversi argomenti, la Presidente ha, tra l'altro, ricordato che "Le Regioni hanno un ruolo importante nelle politiche agricole, per incentivare la buona agricoltura e quella giovanile, penso agli investimenti sul biologico. Alcuni temi come il lavoro nero vanno affrontati più di altri. In agricoltura ci aiuta la legge sul caporalato, oltre a controlli e dinamiche in accordo col governo che ci faranno avere nel ...
 


time
0.047s