+T -T


COMMERCIO: DA REGIONE LOMBARDIA UN PIANO PER RILANCIARE SETTORE

venerdì 13 settembre 2013

ZCZC AGI0541 3 POL 0 R01 /

 (AGI) - Milano, 13 set. - Una serie di linee guida per rilanciare il settore del commercio in Lombardia. A presentarle, questa mattina durante la conferenza stampa dopo giunta, e' stato il presidente della Regione, Roberto Maroni, insieme all'assessore al Commercio Alberto Cavalli. Il provvedimento di giunta, comunque, dovra' essere approvato dal Consiglio regionale. Il governatore ha ricordato che l'aula lombarda "ha approvato una legge che ha introdotto una moratoria nella concessione di nuove autorizzazioni per l'apertura di centri commerciali". Lo 'stop' scade il prossimo 31 dicembre ed "e' servito per avere il tempo di fare un monitoraggio di queste strutture sul territorio della Lombardia, con l'obiettivo di creare un giusto ed equilibrato rapporto fra le grandi strutture di vendita e il piccolo commercio". (AGI) Mi4 (Segue) 131505 SET 13

NNNN

ZCZC AGI0542 3 POL 0 R01 /

COMMERCIO: DA REGIONE LOMBARDIA UN PIANO PER RILANCIARE SETTORE (2)= (AGI) - Milano, 13 set. - Maroni ha riconosciuto che si tratta "di un equilibrio non facile da raggiungere" e ha ribadito che "la Regione non e' ostile alle grandi strutture di vendita, ma non vogliamo che il 'grande' uccida il 'piccolo' perche' ha dimensioni e forza maggiore". Tra le novita' proposte dalla giunta ci sono incentivi e sostegno ai centri commerciali naturali e disicentivi alla creazione di poli commerciali artificiali. Poi sono previste iniziative per il sostegno al commercio di vicinato e di servizio nei piccoli centri di montagna, in pianura e nelle periferie. Ci sara' un percorso di condivisione delle scelte nelle aree interessate dall'insediamento di grandi strutture di vendita e la decisione non sara' piu' in mano ai singoli Comuni. Infine nelle linee guida trovano posto una programmazione regionale per gli insediamenti commerciali piu' impattanti; una maggiore tutela del suolo agricolo e una valutazione totale dell'impatto ambientale del traffico. L'assessore Cavalli ha spiegato che nel mese di luglio e agosto e' stato effettuato "un monitoraggio sul territorio regionale, da cui e' emerso, che il 2012 si e' presentato come un anno estremamente negativo per il sistema commercio. Ci sono state 2.120 imprese in meno nel commercio al dettaglio e 5.424 imprese in meno nel commercio nel suo complesso". Inoltre "c'e' stato un +21,6 per cento delle ore di cig straordinaria e in deroga per il commercio al dettaglio, e un +39,3 per cento delle ore cig straordinaria e in deroga per il commercio all'ingrosso". (AGI) Mi4/Dan/Fra 131505 SET 13

NNNN


time
47ms