+T -T

[Trentino Alto Adige]
DOMANI A TRENTO PRESENTAZIONE DELLA RETE ITALIANA PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLE MALATTIE RARE DELLA RETINA

giovedì 19 aprile 2012

 

Per combattere le malattie rare è necessario ‘fare rete’. Lo chiede l’Europa, lo mettono in pratica gli italiani, grazie ad una eccezionale iniziativa che nasce dal Trentino e crea una sinergia tra non profit e sanità pubblica di tutta Italia. MAGI, Istituto di ricerca non profit con sede principale a Rovereto, ha infatti creato una connessione tra i maggiori esperti italiani per lavorare sulle distrofie retiniche ereditarie, malattie rare che  affliggono per lo più bambini e li rendono ciechi prima dell'età adulta.

Questa rete clinica di eccellenza, che va dalla diagnosi all’assistenza fino all’indirizzamento del paziente verso terapie innovative, comprende oggi il Policlinico Gemelli di Roma, i due ospedali milanesi San Paolo e Luigi Sacco. I test genetici offerti dalla MAGI saranno presto disponibili anche per il centro di riferimento interregionale per le distrofie retiniche ereditarie dell’area vasta del triveneto con sede alla ULSS 15 Alta Padovana.

Il lavoro di questa rete di centri clinici di eccellenza ha reso possibile raccogliere la più ampia casistica italiana di pazienti, un trattamento uniforme degli stessi in tutti i centri della rete e ha permesso di mettere a punto protocolli terapeutici sperimentali e programmi di ricerca orientati alle terapie; da quelle farmacologiche fino alla terapia genica. Dei risultati ottenuti e dei lavori in corso si parlerà in un

 

CONVEGNO A TRENTO

VENERDÌ 20 APRILE 2012, DALLE ORE 9.30

PRESSO LA SALA ROSA DEL PALAZZO DELLA REGIONE

 

 

Partecipano:
Dott. Matteo Bertelli
, genetista, presidente e fondatore di MAGI

Vittorio Fravezzi, Sindaco di Dro

Avv. Maristella Paiar, Presidente di Federvita del Trentino Alto Adige.

Prof. Francesco Agnoli, Presidente della associazione Libertà e Persona, Trento

Prof. Giovanni Staurenghi,  Dipartimento di Scienze Cliniche "Luigi Sacco"  Università degli Studi di Milano, Ospedale Luigi Sacco Milano;
Dott.ssa Marta Oldani, Dipartimento di Scienze Cliniche "Luigi Sacco"  Università degli Studi di Milano, Ospedale Luigi Sacco Milano;

Dott.ssa Chiara Olga Pierrottet, Clinica Oculistica Universitaria, Ospedale S. Paolo di Milano;

Prof. Benedetto Falsini, Policlinico universitario “A. Gemelli”- Roma
Prof. Leopoldo Zelante, Direttore del laboratorio di Genetica Medica dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo
Prof.ssa Daniela Tavian del laboratorio di genetica dell’Università Cattolica di Milano


time
38ms