Migranti: Serracchiani, stiamo usandoli in modo strumentale

mercoledì 1 febbraio 2017



ZCZC2806/SXA
OTS22709_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

Dopo polemiche su lezioni sci a 7 minori non accompagnati
   (ANSA) - TRIESTE, 1 FEB - "Se il problema è andare nelle
piazze e scandalizzarsi dicendo che sette - e sottolineo sette -
minori non accompagnati hanno fatto un corso di sci assieme a
dei loro coetanei, allora significa che non ci siamo, che stiamo
usando la situazione in modo strumentale". Lo ha affermato oggi
la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani,
intervenendo in Consiglio Regionale a Trieste, impegnato in un
dibattito sulle problematiche dell'immigrazione.
   Serracchiani ha così risposto ad alcune polemiche di
esponenti leghisti, che avevano denunciato la vicenda, avvenuta
sulle piste di Tarvisio (Udine), sostenendo si trattasse di
un'ingiustizia nei confronti dei cittadini italiani.
   "Siamo di fronte a un problema enorme da gestire - ha
aggiunto Serracchiani - e quindi bisogna affrontarlo con gli
strumenti più adatti alle sue dimensioni. Non basta dire
respingiamoli tutti, chiedere all'Europa di distribuirli meglio,
un utilizzo diverso dei fondi strumentali: alle domande bisogna
dare risposte serie e credibili. Bene ha fatto il Governo a
muoversi in Libia, dove siamo stati i primi a riaprire una sede
diplomatica, ma anche in Tunisia, Egitto e Nigeria e bene farà a
far visita al Centro-Africa: è così che si devono affrontare le
cose, non con i proclami e gli slogan".
   "Mi auguro - ha concluso Serracchiani - che come i nostri
connazionali intrapresero un viaggio oltremare per cercare
migliori condizioni di vita e di lavoro, oggi chi sta seguendo
lo stesso percorso non trovi dall'altra parte chi ha perso il
buon senso. E poi, al mondo ci sono uomini, ominicchi e
quaquaraquà: alla fine del giro vedremo chi saremo stati di
questi tre". (ANSA).

     BUO
01-FEB-17 16:33 NNN