+T -T


Nomadi: A. Fontana,censimento non anomalo,cittadini a favore

giovedì 12 luglio 2018


ZCZC6063/SXA
OMI44512_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB


(ANSA) - MILANO, 12 LUG - "Non mi sembra di avere chiesto, o
che il ministro Salvini abbia chiesto qualcosa di tanto anomalo.
Non vedo per quale motivo in Italia ci sono 60 milioni di
persone che dal giorno della nascita vengono iscritte
all'anagrafe e da lì inizia un percorso per cui si sa tutto di
loro e poi ci sia una zona d'ombra di alcune persone che vivono
nel nostro Paese ma che invece sono al di fuori da questa
situazione". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia
Attilio Fontana a proposito del censimento dei rom.
"Non confondiamo l'opinione pubblica con quella di qualche
anima bella che ritiene di essere la titolare di ciò che è
giusto o non è giusto fare in questo Paese. Io credo che la
grandissima parte dei cittadini siano d'accordo. Poi c'è una
nicchia che ha in mano qualche mezzo di comunicazione e
attraverso quello impazza. Qui per anni abbiamo creduto che
fossero vere delle cose che non erano assolutamente vere, questa
è una di quelle" ha detto Fontana in diretta su Telenova.
A Milano lo hanno già fatto Pisapia e la sinistra? "Lo hanno
fatto loro, con animo più sicuramente nobile di quello che
useremo noi", ha concluso il governatore leghista. (ANSA).

YYI-MF
12-LUG-18 15:27 NNN