Migranti:Fedriga,molto scarsi pattugliamenti confine sloveno

lunedì 9 novembre 2020



ZCZC3283/SXR
XCI20314003983_SXR_QBXK
R CRO S41 QBXK

Fino a ottobre 9900 rintracci,1321 riammissioni,1124 espulsioni.
(ANSA) - TRIESTE, 09 NOV - "I pattugliamenti confinari
italo-sloveni, nati alcuni anni fa, oggi sono molto scarsi,
anche se il loro funzionamento potrebbe consentire più
facilmente le riammissioni di immigrati irregolari in territorio
sloveno". Lo ha detto il presidente della Regione Fvg,
Massimiliano Fedriga, stamattina nel corso di un'audizione
informale in I commissione della Camera dei Deputati,
rispondendo alla domanda del deputato leghista Nicola Molteni
sulla gestione dei confini tra Fvg e Slovenia.
"Riammissioni che sarebbero - ha sottolineato - facilitate
dal rintraccio già a ridosso dei confini - e che avverrebbero
entro le 24 ore dal rintraccio - e non come sta avvenendo sempre
più negli ultimi tempi, con i transiti che avvengono con l'uso
di mezzi attraverso i valichi di frontiera minori, non
presidiati e che portano a un rintraccio decisamente più
distante dal confine".
L'auspicio, per Fedriga, è che "i più di 200 chilometri di
confini regionali siano presidiati e controllati anche con
visori notturni". Nel 2020, al mese di ottobre, ha evidenziato
Fedriga, "a fronte di 9.900 rintracci di migranti irregolari, ci
sono state 1.321 riammissioni e 1.124 espulsioni. (ANSA).

YT5-DO
09-NOV-20 14:23 NNN