+T -T


REGIONI: STORACE, CON RISPOSTE RIVEDREMO RICORSI SU CONDONO

mercoledì 18 febbraio 2004


WIN30286                                                                      
 
WTL30240                                                                      
 
   (ANSA) - ROMA, 18 FEB - ''Se sulla questione dell'ospedale
Bambino Gesu' e degli immigrati riceveremo risposte
soddisfacenti, la Regione potra' rispondere a questa buona
volonta' mostrata dal Governo su altri versanti, a cominciare
dai ricorsi alla Corte costituzionale sul condono edilizio''. Ad
annunciarlo, al termine del vertice tra il Governo e i
presidenti delle Regioni, e' il governatore del Lazio, Francesco
Storace.
   Per quanto riguarda il Bambin Gesu' - ha spiegato Storace -
ho fatto notare che il problema dei finanziamenti riguarda due
annualita', il 2003 e il 2004. Mi e' sembrato di cogliere
segnali positivi, ma ovviamente io attendo una tempistica
certa''.
   Storace, prima di parlare con i giornalisti, si e'
intrattenuto a lungo con il vicepresidente del Consiglio
Gianfranco Fini, ''ho parlato con Fini di politica e di
questioni riguardanti il partito'', si e' limitato a dire.
(SEGUE).
     VR/MRC
18-FEB-04 15:09 NNREGIONI: STORACE, CON RISPOSTE RIVEDREMO RICORSI SU CONDONO (2)     

   (ANSA) - ROMA, 18 FEB - ''Il giudizio sulla riunione - ha
chiarito Storace - e' positivo: e' cambiato il clima. Se si
ristabilisce un clima di comunicazione diventa inutile il
ricorso estremo alla Corte costituzionale. Se il territorio
riceve ristoro, probabilmente si puo' dare vita ad un patto
istituzionale tra Governo e Regioni''.
    Storace ha aggiunto di riconoscersi nelle parole del
presidente della Conferenza delle Regioni, Enzo Ghigo. ''Da
alcune settimane - ha osservato - le Regioni non partecipano
alle conferenze Stato-Regioni e unificata e questa e' una
decisione senza precedenti. La manifestazione di buona volonta'
mostrata dal premier Berlusconi e da Tremonti va colta
positivamente: non sono per la polemica a tutti i costi. E'
chiaro, poi, che attenderemo che le risposte si concretizzino:
e' come una partita di poker, si tratta di fare 'vedo' e mettere
le carte sul tavolo''.
    Per quanto riguarda le mancate erogazioni di fondi per
l'assistenza sanitaria agli immigrati, Storace ha parlato di una
esposizione di almeno 300 miliardi di vecchie lire mentre 100
milioni di euro, su due anni, sono i finanziamenti che il Lazio
attende per l'ospedale Bambino Gesu'.
   Il governatore del Lazio si e' poi soffermato sul disavanzo
in sanita'. ''Abbiamo dato vita - ha detto - ad operazioni che
puntano all'abbattimento dei debiti che abbiamo trovato. Noi
vogliamo portare il disavanzo a zero a fine legislatura. Abbiamo
trovato disavanzi per 8400 miliardi di vecchie lire che
avrebbero imposto una manovra fiscale durissima. Noi, invece,
abbiamo ridotto la fiscalita' e ci siamo preposti di abbattere
quel debito. Abbiamo introdotto solo il ticket da un euro e non
e' previsto alcun aumento dei ticket''. (ANSA).
     VR/MRC
18-FEB-04 15:21 NN