Europa: appuntamenti su sicurezza lavoro e su beni culturali

mercoledì 14 settembre 2005


Europa: appuntamenti su sicurezza lavoro e su beni culturali

(regioni.it) Previsti per le prossime settimane due appuntamenti europei di particolare importanza, uno dedicato ai temi della sicurezza sul lavoro, l’altro alla fruizione e valorizzazione dei beni culturali. A darne notizia è la newsletter di Palazzo Chigi. La Settimana europea 2005 che avrà luogo in tutti i paesi europei dal 24 al 28 Ottobre 2005, è una campagna d'informazione intesa a fare dell'Europa un posto dove sia possibile lavorare in modo sano e sicuro mediante la promozione di attività che riducano i rischi associati al rumore sul luogo di lavoro. E' rivolta a quanti operano all'interno di organizzazioni, società e imprese di qualsiasi dimensione e di qualsiasi settore. È coordinata dall'Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, con sede a Bilbao, e si svolgerà nei 25 Stati Membri dell'UE e dell'EFTA e oltre.

Le iniziative per le Settimana Europea possono essere pianificate entro il mese di ottobre 2005. Nell'ambito della Settimana, l'Agenzia svolge anche un programma di premiazione delle buone pratiche che offre un riconoscimento alle società ed organizzazioni che hanno contribuito in modo notevole e innovativo alla riduzione dei rischi associati al rumore sul luogo di lavoro. La premiazione avrà luogo nel mese di marzo 2006 a Bilbao (Spagna), in occasione della cerimonia di chiusura della Settimana europea di quest'anno.(dossier on line).

Altro appuntamento europeo è quello relativo alle Giornate Europee del Patrimonio il 24 e il 25 settembre 2005, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, l'ingresso a musei, gallerie e zone archeologiche dello Stato sarà gratuito. Obiettivi della manifestazione sono rendere facilmente percepibili, da parte dei cittadini europei, le radici comuni della loro cultura  attraverso la valorizzazione del proprio patrimonio e creare un rapporto più confidenziale tra i cittadini e i propri beni culturali. L'iniziativa, fatta propria anche dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è cresciuta di anno in anno, aggiungendo alle organizzazioni governative anche associazioni, privati, il volontariato. In particolare, grazie all'apporto di molti Gruppi saranno organizzate, in collaborazione con le rispettive Soprintendenze e con gli Enti Locali, numerose iniziative, con l'intento di far conoscere siti archeologici, aree, monumenti, in gran parte poco noti, e ad inserire nuovi "beni" del nostro territorio nell'ambito della campagna internazionale di sensibilizzazione e valorizzazione del patrimonio culturale europeo. Saranno organizzate visite guidate, passeggiate e archeotrekking, mostre fotografiche e documentarie, conferenze, proiezioni, concerti, ed iniziative specifiche rivolte alle scuole e ai giovani. (dossier on line).

(red/13.09.05)

N. 582 - 13 Settembre 2005