Bilanci regionali 2006: studio UIL

lunedì 30 ottobre 2006


(regioni.it) Seminario Uil 'Finanziarie regionali 2007: sviluppo ed equita''. La Uil ha reso noti i dati della II indagine sui bilanci di previsione delle Regioni curata dal servizio politiche territoriali e presentata il 26 a Roma al seminario a cui ha preso parte, tra gli altri il sottosegretario allo Sviluppo Economico Filippo Bubbico e il ministro degli Affari Regionali Linda Lanzillotta.

Ecco alcuni dati (in allegato l’intera documentazione 26.10.06: UIL su bilanci regioni...                                           ):

LA  SPESA COMPLESSIVA (VALORI ASSOLUTI)

Per il 2006 le Regioni hanno previsto una spesa complessiva di 186 MLD di euro di cui: 28 MLD per le attività istituzionali, 17 MLD per lo sviluppo economico, 23 MLD per territorio, trasporti e infrastrutture, 94 MLD per la spesa socio sanitaria, 24 MLD per gli oneri finanziari.

SPESA PRO-CAPITE (VALORI ASSOLUTI)

Complessivamente le Regioni hanno previsto spese nei loro Bilanci pari a 3.181 € per cittadino di cui: 477 € per le attività istituzionali, 289 € per lo sviluppo economico, 398 € per territorio, trasporti e infrastrutture, 1.608 € per il socio sanitario e 409 € per gli oneri finanziari.

12,5% per assetto e sviluppo del territorio trasporti e infrastrutture (era il 12,8% nel 2005), il 9,1% allo sviluppo economico, istruzione e formazione (era il 10,5% nel 2005), l’12,8% ad altri oneri (era il 8,3% l’anno precedente).

SPESA PRO-CAPITE REGIONI A STATUTO ORDINARIO

Nelle  Regioni a Statuto ordinario, gli stanziamenti complessivi equivalgono a 2.816 € per cittadino di cui  1588 € pro capite vanno al socio sanitario, 342 € ai trasporti e territorio, 247 € allo sviluppo economico, 263 € alle Attività Istituzionali e 376 € agli altri Oneri.

SPESA PRO-CAPITE REGIONI A STATUTO SPECIALE

Nelle Regioni a Statuto speciale vengono stanziati 5.195 € per cittadino di cui 1.661 € sono destinati a coprire le spese per l’attività Istituzionale, 1721 € per il socio sanitario, 704 €  per i trasporti e  territorio, 523 € per lo sviluppo economico e 586 € per gli altri Oneri. Anche per questa analisi vale la considerazione che sulle “spese istituzionali” sono caricati oneri relativi al personale impegnato.

LO STANZIAMENTO COMPLESSIVO PRO CAPITE NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO

Analizzando gli stanziamenti di  spesa delle Regioni a statuto ordinario, emerge che è in Basilicata con 6.044 €,  che si registra lo stanziamento pro capite più alto,  seguita dalla, Calabria con 3.783 €, l’Umbria con 3.734 €, e il Lazio con 3.603 €. Gli stanziamenti più bassi si registrano in  Puglia dove si spendono 2.135 € per cittadino, preceduta  dalla Campania con 2.227 €,  Veneto con 2.422 €, Piemonte 2.484 €, Toscana 2.488 €.

LO STANZIAMENTO COMPLESSIVO PRO CAPITE NELLE REGIONI A STATUTO SPECIALE

Se si analizzano le Regioni a Statuto Speciale emerge che in Valle D’Aosta ogni cittadino beneficia di 11.744 €, a Bolzano 9.504 €, a Trento 7.858 €, in Sardegna 5.752 €, in Sicilia 4.452 €, in Friuli Venezia Giulia 4.054 €.

LO STANZIAMENTO PER SETTORI NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO (VALORI ASSOLUTI)

Se si analizza la spesa suddivisa per settori di intervento, emerge che la Regione che stanzia più fondi per il  socio sanitario è la  Lombardia  con 14,1 MLD di €, seguita dal Lazio con 8,6 MLD € e dalla Campania con 7,8 MLD €.

Stanziano meno fondi  il Molise con  507 MLN di € preceduta dalla Basilicata con 1 MLD di € e dall’Umbria con 1,6 MLD di €.

Per quanto riguarda la tutela del territorio, lo stanziamento più alto si registra nel Lazio con 2,4 MLD di €, Veneto con 1,8 MLD di €, Campania con 1,7 MLD di €. Minori stanziamenti invece  per queste spese nelle Marche con 155 MLN di €,  Molise 202 MLN di € e Abruzzo 328 MLN di €.

E’  sempre il Lazio a stanziare più fondi per lo sviluppo economico con 2,5 MLD di €, seguito dalla Campania con 2 MLD di €, e dalla  Calabria con 1,9 MLD di €.

Meno fondi, invece in Molise con 27 MLN di €, Abruzzo con 98 MLN di €, Liguria con 109 MLN di €. 

LO STANZIAMENTO PRO CAPITE PER SETTORI NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO:

Se si analizza la spesa pro capite suddivisa per settori di intervento, emerge che la  Regione che stanzia più fondi per cittadino nel  socio sanitario è la Liguria con 1.921 €,  seguita dall’Umbria con 1.899 €  e dalla Basilicata con 1.780 €.

Meno fondi pro capite per questa voce  invece in Campania con 1.349 €, Puglia con 1.385 €, Abruzzo con 1.432 €.

Per quanto riguarda la tutela del territorio, lo stanziamento pro capite più alto si registra in Basilicata (2.608 €), seguita dall’Umbria (927 €) e dalla Calabria (740 €).

Meno stanziamenti pro capite nelle Marche (102 €), Piemonte (210 €), Abruzzo (252 €).

E’ sempre la  Basilicata a stanziare più fondi per lo sviluppo economico (1.211 € pro capite),  Calabria (940 €), Lazio (483 €).

Meno fondi per i cittadini in Liguria (69 € pro capite), Abruzzo (76 €) e Molise (84 €). 

NORD-CENTRO E SUD: LE MEDIE PRO-CAPITE PER SETTORI

Per la spesa sanitaria, è il Nord che vede mediamente lo stanziamento più alto con 1.681 € per cittadino, seguito dal Centro con 1.642 € e da ultimo il Sud con 1.608 € pro capite.

Gli stanziamenti medi per la tutela del territorio sono, per ogni cittadino, di 398 € al Sud,  al Centro 383 € e 308 € al Nord.

Le spese per lo sviluppo economico  sono di 307 € al Centro,  289 € al  Sud, 169 € al Nord.

REGIONI A STATUTO ORDINARIO E  REGIONI A STATUTO SPECIALE:

LE MEDIE PRO CAPITE PER IL SOCIO SANITARIO

La media per la spesa sanitaria è di 1.608 € pro capite nelle Regioni a Statuto Speciale, a fronte della media di 1.588 € nelle Regioni a Statuto Ordinario.

LE ENTRATE COMPLESSIVE (VALORI ASSOLUTI)

Le Regioni prevedono di incassare, nel 2006, 186 MLD di € di cui: 112 MLD dai tributi propri e dalle compartecipazioni ai tributi nazionali equivalente al 60,4% del totale delle entrate, 15 MLD di €, equivalente al 8,2% dai contributi per le spese correnti, dallo

INCIDENZA PERCENTUALE PER SETTORI DELLA SPESA (VALORI ASSOLUTI)

Stato  e dalla U.E., 2,6 MLD di € dalle entrate extratributarie (1,4%); 11,9 MLD di € dall’alienazione di beni e trasferimenti dallo Stato e dalla U:E: in conto capitale (6,4%); 19,5 MLD di € da mutui e operazioni finanziarie (10,6%); 24 MLD dall’avanzo finanziario degli anni precedenti (13%).

ENTRATE PRO-CAPITE (VALORI ASSOLUTI)

Complessivamente le Regioni prevedono entrate complessive di 3.181 € per cittadino di cui: 1.923 € dai tributi propri e dalle compartecipazioni ai tributi nazionali, 262 € dai contributi per le spese correnti, dallo Stato  e dalla U.E., 45 € dalle entrate extratributarie, 204 € dall’alienazione di beni e trasferimenti dallo Stato e dalla U.E. in conto capitale, 335 € da mutui e operazioni finanziarie, e 412 € dall’avanzo finanziario degli anni precedenti.

Studio UIL: “Bilanci Regionali di Previsione anno 2006”. Ottobre 2006

(red/27.10.06)