Trasporto pubblico locale: il testo del verbale di intesa

lunedì 18 dicembre 2006


(regioni.it) Intesa raggiunta a Palazzo Chigi (cfr. file audio della conferenza stampa del Sottosegretario Letta, del Ministro Bianchi, del Presidente Errani) sul rinnovo del biennio economico del contratto nazionale collettivo del trasporto pubblico locale e sulla conseguente revoca dello sciopero generale proclamato dai sindacati confederali per il 15 dicembre (cfr.anche regioni.it n. 842). L’accordo – firmato da Governo, Regioni, Enti locali e rappresentanti dei sindacati e delle imprese del settore – consentirà di finanziare il rinnovo del contratto, garantendo un aumento medio per lavoratore pari a 102 euro, a regime. A tal fine il Governo ha confermato lo stanziamento di 190 milioni di euro, già previsto nel maxiemendamento alla Legge Finanziaria 2007 in esame al Senato.

Contestualmente, Governo, Regioni, Enti Locali, imprese e sindacati – in linea con l’accordo siglato questa mattina dall’esecutivo e dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni – hanno convenuto sulla necessità di istituire un tavolo istituzionale di confronto, finalizzato a una ridefinizione generale delle linee strategiche di sviluppo del trasporto pubblico locale.

Ecco il testo integrale del Verbale di accordo sul Trasporto Pubblico Locale:

A conclusione della riunione, tenutasi a Palazzo Chigi in data odierna fra il Governo, presenti il Sottosegretario alla Presidenza Enrico Letta, il Ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, la Conferenza dei Presidenti delle Regioni, l’Unione delle Province Italiane, l’Associazione Nazionale dei Comuni, i Segretari dei trasporti di CGIL, CISL, UIL, UGL e CISAL, e i rappresentanti di ASSTRA, ANAV e Confeservizi, si è convenuto quanto segue.

Premesso che, con riferimento al rinnovo del II biennio del CCNL del Trasporto Pubblico Locale:

- il Governo si impegna a destinare nella Legge Finanziaria 2007 la somma di 190 milioni di euro,

- le regioni si impegnano a cofinanziare il suddetto rinnovo con 20 milioni di euro,

- le imprese, anche in considerazione dell’impegno strutturale di seguito richiamato, si impegnano a cofinanziare il suddetto rinnovo con risorse sufficienti a garantire, a regime, un aumento medio per lavoratore pari a 102 Euro,

- il Ministero dei Trasporti si impegna ad erogare entro 90 giorni dalla data di ricevimento delle istanze delle singole imprese e regioni le risorse relative alla copertura degli aumenti retributivi previsti dai CCNL del 20/12/03 e del 18/11/04. Governo, Regioni, Enti Locali, imprese e Sindacati concordano sulla necessità di avviare al più presto un tavolo di confronto, secondo quanto stabilito nel verbale odierno di accordo tra Governo e Regioni, che definisca le linee strategiche e le direttive generali del riassetto del TPL. I Sindacati, a seguito dell’accordo raggiunto, procedono alla revoca dello sciopero già convocato per il giorno 15 dicembre p.v..

Roma, 14 dicembre 2006”

(red/15.12.06)