16/01: RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE

martedì 16 gennaio 2007



ZCZC
ADN0819 5 POL 0 RTX POL NAZ TUT

      RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE =

      SERVIRA' COSTRUZIONE COMUNE RAFFORZATA

      Roma, 16 gen. - (Adnkronos) - Una proposta del governo sul
federalismo fiscale tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo. L'ha
annunciata il ministro per le Riforme Vannino Chiti, durante
l'audizione presso la commissione bicamerale per le Questioni
regionali, auspicando che in Parlamento si realizzi, attraverso il
confronto tra maggioranza e opposizione, ''una costruzione comune
rafforzata''.

      ''L'impegno del governo -ha spiegato il ministro- e' di arrivare
ad una proposta da presentare al Parlamento sull'attuazione
dell'articolo 119 della Costituzione entro la fine di febbraio, primi
di marzo, anche perche' deve accompagnare quello che mi auguro sia un
lavoro comune di governo e Parlamento per la riforma della sessione di
bilancio, per costruire in modo diverso le relazioni tra Stato,
Regioni e Autonomie riguardo alla scelta delle risorse''.

      Chiti ha ricordato come il federalismo fiscale, ''in tutti gli
scontri di questi anni'', sia stato ''l'unico punto rimasto
condiviso''e ''un punto di riferimento'' tra le forze politiche.
''Riuscire a costruire l'attuazione dell'articolo 119 in modo
condiviso e' fondamentale, perche' se le maggioranze che si
alterneranno nel corso della vita della Repubblica rimettessero in
discussione ognuna gli strumenti con cui si attua il federalismo
fiscale, il punto di paralisi del sistema Paese sarebbe acquisito.
C'e' bisogno quindi di una costruzione comune rafforzata''. (segue)

      (Sam/Ct/Adnkronos)
16-GEN-07 15:36

NNNN

 RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE (2)
ZCZC
ADN0884 5 POL 0 RTX POL NAZ TUT

      RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE (2) =

      SUPERARE BICAMERALISMO PERFETTO

      (Adnkronos) - Chiti ha poi ricordato la necessita' di ''un
coordinamento ed una visione di insieme'' tra il progetto di
federalismo fiscale e il codice delle Autonomie locali che verra'
presentato nel consiglio dei Ministri di questa o della prossima
settimana, ma piu' in generale l'auspicio del ministro e' che possa
''giungere a compimento un percorso di riforme che e' iniziato''.

      ''Mi auguro -ha detto ancora l'esponente dell'esecutivo- che ci
siano le condizioni in questa legislatura di fare un passo conclusivo
rispetto al completamento delle riforme istituzionali. Questo sara'
possibile se si determina un clima e una convergenza sulle scelte da
compiere da parte di maggioranza ed opposizione''. Tra gli obiettivi
Chiti ha indicato come ''opportuno ed importante riformare il sistema
parlamentare e superare il bicameralismo perfetto alla luce della
nuova realta' rappresentata dalle competenze e dalle responsabilita'
nuove che hanno anche nella vita del nostro Paese le Regioni e le
Autonomie locali''.

      Si tratta quindi di arrivare alla ''costruzione di una seconda
Camera che, per competenze e responsabilita', sia piu' volta ad
affrontare i temi normativi e di risorse che riguardano il rapporto
tra Stato centrale, Regioni e autonomie, che la fiducia e il controllo
al governo''. Una questione che dovra' poi portare ad affrontare il
tema della riduzione del numero dei parlamentari. (segue)

      (Sam/Col/Adnkronos)
16-GEN-07 15:55

NNNN

 RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE (3)
ZCZC
ADN0906 5 POL 0 RTX POL NAZ TUT

      RIFORME: CHITI, ENTRO FEBBRAIO PROPOSTA SU FEDERALISMO FISCALE (3) =

      VALUTARE CAPISALDI COMUNI PER LEGGI ELETTORALI REGIONALI

      (Adnkronos) -Il ministro ha poi ricordato la questione della
forma di governo e del ruolo del presidente del Consiglio, tutti temi
''intrecciati alla riflessione che in questi mesi stiamo facendo
rispetto ad una possibilita' di modifica o di cambiamento da parte del
Parlamento della legge elettorale''.

      A questo proposito, tornando ad insistere sulle questioni di
carattere regionale, Chiti ha suggerito di iniziare una
''riflessione'' ed una ''valutazione sulle leggi elettorali regionali
che sono molto differenziate, non per un intervento centralistico, ma
perche' la variazione di legislazione elettorale e di forma di governo
regionale possa avvenire all'interno di alcuni capisaldi comuni''.

      (Sam/Col/Adnkronos)
16-GEN-07 16:02

NNNN