14/02: SENATO: MILLEPROROGHE; VITALI,ANCORA APERTA QUESTIONE TICKET

mercoledì 14 febbraio 2007



ZCZC0336/SXA
WTL30321
R POL S0A QBXB
SENATO: MILLEPROROGHE; VITALI,ANCORA APERTA QUESTIONE TICKET

   (ANSA) - ROMA, 14 FEB - La commissione Affari costituzionali
del Senato ha approvato stamattina una serie di modifiche
bipartisan al decreto Milleproroghe. Il relatore del
provvedimento, Valter Vitali, le ha elencate in tarda mattinata
intervenendo in aula e ricordando che e' rimasta senza una
soluzione la questione dei ticket che dovra' ora essere
affrontata direttamente dall'assemblea.
    Vitali ha detto che su alcuni emendamenti gia' approvati in
commissione pende il parere contrario della commissione
Bilancio, mentre altri sono stati riformulati.
   Tra le novita' modificate in commissione rispetto al testo
della Camera, una riguarda il tetto di spese del personale
universitario assegnato al servizio sanitario nazionale. Sono
stati prorogati i termini per la promozione a dirigente
superiore di funzionarti del ministero degli Interni. Inclusi
nella proroga anche il risarcimento di sinistri da macchine
agricole e l'adeguamento degli istituti dei consorzio agrari. Un
emendamento su cui ''si e' discusso a lungo'', ha sottolineato
Vitali, proroga fino al 2008 i lavori concessionari
autostradali, ''limitatamente a infrastrutture e lavori per
infrastrutture''. Ulteriore proroga al dicembre 2008 per i
crediti di imposta per gli investimenti nelle aree svantaggiate.
     La commissione ha approvato emendamenti riguardanti nuove
province. ''Restano aperte al giudizio dell'assemblea alcune
questioni - ha detto Vitali - e cioe' il personale del Coni e
della Zecca; la questione del sisma del 1990 a Catania, Ragusa e
Siracusa; la produzione della energia idroelettrica nelle
province di Trento e Bolzano e la questione rilevantissima dei
ticket sanitari, un tema molto sentito''.
   Tra le novita' anche una correzione per quel che riguarda gli
allevamenti di animali da pelliccia.
   Il presidente della commissione Bilancio Enrico Morando, ha
rimarcato che rimane il no sugli emendamenti gia' bocciati dalla
commissione salvo, naturalmente, una diversa
riformulazione.(ANSA).

     CP/CIP
14-FEB-07 14:07 NNN