Bresso: politica energetica volano per sviluppo economico delle regioni UE

lunedì 19 marzo 2007


Bresso: politica energetica volano per sviluppo economico delle regioni UE

(regioni.it) “Condividiamo e sosteniamo la posizione assunta recentemente dalla Presidenza tedesca dell’Unione Europea e dal Consiglio Europeo sulle politiche per l’energia”, lo ha dichiarato Mercedes Bresso, intervenendo, in rappresentanza della Conferenza delle Regioni, in un’audizione promossa dalla XIV Commissione della Camere sull’unione Europea e tenutasi il 15 marzo. “Si tratta ha aggiunto la Presidente del Piemonte – di un tema centrale anche per lo sviluppo delle regioni. In particolare abbiano sostenuto i tre obiettivi di fondo, ovvero:

-la riduzione entro il 2020 del 20% dell’emissione di gas a effetto serra rispetto al livello del 1990;

- il risparmio del 20% del consumo di energia rispetto alle proiezioni per il 2020;

- l’aumento entro il 2020 della quota di energie rinnovabili al 20% del mix energetico europeo.

L’impegno comune di tutte le istituzioni, nazionali, regionali e locali sul fronte energetico – ha concluso la Bresso - può rivelarsi un volano per un nuovo sviluppo tecnologico ed economico dei Paesi dell’Unione”.

La Presidente Bresso ha poi segnalato la posizione che le Regioni italiane hanno assunto sull'Agenda territoriale dell'Unione europea il 22 febbraio scorso. Le Regioni hanno chiesto al Governo di confrontarsi su questo tema L’Agenda, infatti, costituisce un inquadramento strategico per orientare le politiche di sviluppo territoriale, attraverso l’attuazione delle strategie di Lisbona e Goteborg e in tale contesto le Regioni assumono un ruolo cruciale, specie con riferimento alla situazione italiana, come luogo in cui si definiscono strategie e si esercitano competenze istituzionali in grado di promuovere e gestire le politiche di coesione e di sviluppo sostenibile

(red/16.03.07)

 

N. 893 - 16 Marzo 2007