Iorio e Martini: formazione UE; lavorare insieme per far meglio

martedì 12 giugno 2007


Iorio e Martini: formazione UE; lavorare insieme per far meglio

 

(regioni.it) Serve più formazione europea. Lo hanno sottolineato i presidenti Iorio e Martini affrontando il tema della formazione per dirigenti e funzionari regionali sulle materie delle politiche europee, della cooperazione e della spesa dei fondi strutturali.

Il presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha ribadito che si tratta di “una sfida impegnativa ma sicuramente esaltante quella a cui siamo chiamati e che deve vedere tutti impegnati, istituzioni, classe politica e tutta la struttura regionale per far si' che queste risorse vengano spese bene, su tutto il territorio e  realizzando uno sviluppo diffuso e duraturo. Uno sviluppo che consenta alle nostre imprese di reggersi a pieno titolo sul mercato europeo e globale, che dia ai nostri giovani modo di formarsi e di trovare un impegno lavorativo confacente alle conoscenze e aspettative, ai lavoratori di avere un giusto compenso per il proprio impegno professionale e ai singoli cittadini di avere un sistema sociale funzionale che risponda alle proprie istanze''.

Ma bisogna lavorare insieme alle altre regioni per far meglio. L’obiettivo è stato indicato dal presidente della Regione Toscana, Claudio Martini: ''lavorare insieme per tagliare il traguardo insieme, perche' non possiamo arrivare a fine percorso con alcune regioni che hanno realizzato tutti gli obiettivi e altre che sono rimaste indietro. Se tutte le regioni centrano gli obiettivi sara' l' intera Europa ad avvantaggiarsene''. Lo ha detto Martini concludendo a Livorno la conferenza europea sulla formazione.''Per trovare questo punto di equilibrio - ha aggiunto Martini - e' necessario che i governi rinuncino alle logiche centralistiche, mentre, a livello locale, occorre superare un eccesso di municipalismo''. Luci e ombre, dunque, ma anche tante esperienze positive, frutto della cooperazione fra Regioni e anche dei risultati ottenuti dall' uso corretto dei finanziamenti europei: ''Il quarto rapporto sulla coesione - ha detto Martini - ci informa che i risultati positivi ci sono e che ne beneficiano tutte le realta' europee e l' economia comunitaria nel suo complesso e, infine, che per il futuro e' indispensabile puntare di piu' sulla qualita', sulla capacita' di spendere al meglio queste risorse''.

Infine l’assessore regionale all' Istruzione Formazione e Lavoro, Gianfranco Simoncini, che ha proposto un ''patto fra Regioni, che accomuni le realta' forti alle regioni entrate da poco nella Ue''. ''Le Regioni - ha spiegato - sono i motori del rilancio dello sviluppo europeo e la cooperazione e' la chiave per rafforzarlo''.

Anche per Iorio bisogna spendere con virtuosismo ed efficacia le risorse: “affinche' esse abbiano l'effetto desiderato sul nostro territorio e sulla sua popolazione. E' dunque di vitale importanza che la macchina amministrativa regionale sappia essere all'altezza di questa sfida. Di qui la necessita' di una formazione adeguata e continua dei dirigenti, dei funzionari e del personale regionale in generale. Questo al fine di valorizzare le tante professionalita' presenti e metterle a completa disposizione del mondo delle imprese, dell'associazionismo e dei singoli cittadini''

(red/12.06.07)

 

N. 948 - 12 Giugno 2007