Biblioteca; politiche per le imprese: il Rapporto Met 2006

giovedì 19 luglio 2007


 

Biblioteca; politiche per le imprese: il Rapporto Met 2006

(regioni.it) “L’attività di ricerca e di innovazione delle imprese pare stretta tra due estremi: quello che si limita ad assecondare una domanda esistente con gli strumenti più graditi dalle imprese e con interventi in grado di sostenere un processo innovativo relativamente diffuso tra molti soggetti (almeno nelle Regioni del Centro-Nord) e quello – per molti versi opposto – di concentrarsi sulle eccellenze, anche con strumenti finanziari sofisticati”, è questa una delle conclusioni del Rapporto MET 2006, l’offerta pubblica e la domanda dei privati. Le politiche per le imprese “il volume è curato da Raffaele Brancati ed è pubblicato per i tipi di Donzelli Editore”. Mentre nel primo caso sono interessati molti soggetti, ma gli effetti, secondo gli estensori del rapporto, sarebbero modesti, nel secondo caso sono possibili le cadute elevate, ma sono frequenti i rischi di fallimento totale o parziale.

Il rapporto giunto alla sua quinta edizione, rappresenta un lavoro indipendente e aggiornato annualmente che raccoglie analisi sistematiche sulle politiche di sostegno alle attività produttive nelle 20 regioni italiane. Il Rapporto del 2006 è dedicato alle politiche per le imprese, alle tipologie di interventi previsti, ai flussi e alle caratteristiche dei principali interventi e a un'indagine originale su un campione rappresentativo delle imprese attive nelle 20 regioni italiane (oltre 5400 interviste). La struttura del lavoro abbraccia tutti i principali interventi della politica industriale attiva e riferita tanto ad interventi nazionali che regionali ed offre un’analisi completa relativa all’offerta di politiche pubbliche. Vi è anche, e si tratta di una novità assoluta nel panorama nazionale, un’analisi della domanda di supporto da parte delle imprese. Un focus particolare è dedicato alle politiche per la Ricerca e l’Innovazione delle imprese e agli incentivi per la riduzione dell’impatto ambientale.

Secondo il Rapporto (cfr., alcune tabelle estratte dal volume) la ricerca per lo sviluppo tecnologico e della innovazione nel nostro Paese è caratterizzata da alcuni elementi: risorse non elevate; scelte regionali che non differiscono troppo da quelle nazionali; una certa acquiescenza rispetto alla domanda da parte del sistema produttivo che non incentiva al cambiamento della produzione verso sistemi con maggiore intensità di ricerca; non c’è un adeguato sostegno alle imprese perché partecipino a programmi nazionali ed europei da parte delle Amministrazioni pubbliche; una certa frammentazione degli interventi che emerge confrontando il numero di questi ultimi con la entità delle risorse; la necessità di un maggiore monitoraggio sugli effetti.

(sm/19.07.07)

 

N. 973 - 19 Luglio 2007