[varie agenzie] La salute e il mercato (Astrid) : gli interventi di Turco e Formigoni

mercoledì 5 marzo 2008


[varie agenzie] -


ZCZC
ADN1351 3 POL 0 RTX POL NAZ

      SANITA': E LIVIA TURCO SALUTA FORMIGONI COME PROSSIMO MINISTRO... =
      IL GOVERNATORE, NON FARO' SCELTE INSENSATE

      Roma, 5 mar. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Livia Turco saluta
Roberto Formigoni, governatore della Lombardia, come prossimo ministro
della Salute. Lo scambio di battute e' avvenuto nel corso della
presentazione, a Roma, del libro 'La salute e il mercato. La ricerca
farmaceutica tra Stato, industria e cittadini', realizzato
dall'Associazione per gli studi e ricerche sulla riforma delle
istituzioni democratiche e sull'innovazione delle amministrazioni
pubbliche (Astrid).

      Prima dell'intervento del presidente della Regione Lombardia,
l'attuale ministro della Salute lo ha accolto chiedendogli: ''sei
venuto come prossimo ministro della Salute?''. Formigoni si e'
schernito: ''Non saro' io, ma Maurizio Sacconi'', ha detto indicando
l'ex sottosegretario al Lavoro del Governo Berlusconi presente
all'autorevole tavolo per la presentazione del volume, al quale
sedevano anche il ministro dell'Interno Giuliano Amato e Franco
Bassanini.

      ''Non compiro' scelte insensate'', ha proseguito il governatore,
mentre la Turco ha sottolineato: ''Sarebbe divertente vedere Formigoni
combattere con Lazio e Campania''. Lo scambio di battute e' stato
concluso da Franco Bassanini: ''Abbiamo deciso di comporre un tavolo
per avere, in questo dibattito, il prossimo ministro del Welfare
qualunque sia l'esito delle elezioni''.

      (Sal/Opr/Adnkronos)
05-MAR-08 19:57

NNNN
ZCZC
ASC0225 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

SANITA': TURCO, SI' A FEDERALISMO FISCALE MA CON COOPERAZIONE NAZIONALE =
(ASCA) - Roma, 5 mar - Si' al federalismo fiscale, ma a
condizione che, in particolare per il settore sanitario,
operi in un regime di stretta cooperazione nazionale, con
meccanismi automatici che consentano interventi tempestivi in
caso di inadempienze, pena una ''Italia a piu' velocita'''.
E' questa la visione del ministro della Salute Livia Turco,
che intervenendo alla presentazione del libro ''La salute ed
il mercato'' una approfondita ricerca condotta dall'Astrid
sulla ricerca farmaceutica, alla Sala Zuccari di Palazzo
Giustiniani, ha dato la sua 'ricetta' di federalismo.
   ''Per superare le diseguaglianze - ha detto la Turco -
bisogna necessariamente completare il concetto di
federalismo, rafforzandolo con gli strumenti della
cooperazione nazionale. Federalismo non puo' significare che
ciascuna regione faccia da se'. Se manca un forte governo
nazionale con la capacita' di costituire, al di la' di quelli
che gia' esistono, degli automatismi che possano consentire
di intervenire quando ad esempio non vengono rispettati i
livelli essenziali di assistenza (LEA), e anche con poteri
sostituivi, allora finiremo per avere un'Italia a piu'
velocita'. Solo con questo tipo di federalismo sara'
possibile costituire un sistema efficiente e di
stabilita'''.
   Alla presentazione del libro erano presenti anche il
ministro egli Interni, Giuliano Amato, il governoatore della
Lombrdia, Roberto Formigoni, Franco Bassanini e Maurizio
Sacconi.
njb/mcc/ss
052004 MAR 08 

NNNN
ZCZC
ADN1382 3 CRO 0 RTX CRO NAZ

      SANITA': TURCO, SERVE MINISTERO FORTE PER GARANTIRE BUON FEDERALISMO =

      Roma, 5 mar. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - ''Mi auguro che il
prossimo Governo abbia un ministero della Salute forte''. Lo ha detto
il ministro della Salute Livia Turco, intervenuta alla presentazione,
a Roma, del libro 'La salute e il mercato. La ricerca farmaceutica tra
Stato, industria e cittadini', realizzato dall'Associazione per gli
studi e ricerche sulla riforma delle istituzioni democratiche e
sull'innovazione delle amministrazioni pubbliche (Astrid).

      ''Dico si' al federalismo, ma attenzione - ha sottolineato - per
superare le diseguaglianze bisogna che si completino, rafforzandoli,
gli strumenti della cooperazione nazionale''. Secondo la Turco, ''e'
fondamentale una forte azione del Governo nazionale che abbia la
capacita' di costruire degli automatismi, oltre a quelli che gia' ci
sono, che consentano di intervenire quando non sono rispettati i
Livelli essenziali di assistenza (Lea), anche con poteri
sostitutivi''. Ed e' necessario ''attivare strumenti di sostegno per
chi non ce la fa, altrimenti continueremo ad avere Italie a piu'
velocita''', ha detto il ministro ricordando quando e' avvenuto in
Calabria con l'istituzione di una Commissione per verificare le
condizioni della sanita' regionale e migliorarle, con a capo il
prefetto Achille Serra.

      ''Anche se abbiamo un sistema federale, se questo non regge in
tutte le Regioni non funziona''. La Turco ha ricordato anche il caso
della Sicilia, in cui ''ci sono evidenti difficolta''', e ha ammesso:
''non so in realta' come sarebbe finita'' senza la crisi di Governo e
le dimissioni del governatore Toto' Cuffaro.

      (Sal/Gs/Adnkronos)
05-MAR-08 20:12

NNNN
ZCZC
ASC0230 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

SANITA': TURCO SALUTA FORMIGONI 'PROSSIMO MINISTRO' LUI REPLICA, ESCLUDO =
(ASCA) - Roma, 5 mar - Livia Turco saluta ad una tavola
rotonda sulla sanita' e sul mercato farmaceutico Roberto
Formigoni come 'prossimo ministro della Salute', ma lui si
schemisce e poi replica sicuro: ''Da parte mia escludo ogni
insano proposito. Temo di non potervi accontentare''. Per poi
contrattaccare: ''Non saro' io ma Maurizio Sacconi'',
indicando l'ex sottosegretario al Lavoro seduto al tavolo dei
relatori della presentazione del libro ''La salute ed il
mercato'' sulla ricerca sul mercato farmaceutico realizzata
dall'Associazione Astrid.
   Il ''siparietto'' continua ancora con la Turco che
confessa: ''Mi piacerebbe vedere il governatore della
Lombardia Formigoni combattere con Lazio e Campania...'', per
poi concludersi con il diplomatico intervento di Franco
Bassanini che annuncia salomonico: ''Abbiamo opportunamente
scelto i relatori in modo che al tavolo ci fosse,  in ogni
caso, il futuro ministro del Welfare...''.
njb/mcc/ss
052019 MAR 08 

NNNN
SANITÀ. FORMIGONI: OGNI GIORNO SPESI 40 MLN EURO PER FARMACI
ZCZC
DIR0813 3 LAV  0 RR1 / DIR 

SANITÀ. FORMIGONI: OGNI GIORNO SPESI 40 MLN EURO PER FARMACI
CON BUONA GOVERNANCE TETTO SPESA FARMACEUTICA SSN NON NECESSARIO

(DIRE) Roma, 5 mar. - "Ogni giorno il Servizio sanitario
nazionale spende in media 40 milioni di euro per i farmaci e il
17% della spesa sanitaria e' spesa farmaceutica". Parte da questo
dato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni,
nel suo intervento alla tavola rotonda "La salute e il mercato",
promosso dall'associazione Astrid. E al quale partecipano i
ministri Giuliano Amato e Livia Turco, Maurizio Sacconi (Fi),
Claudio Cavazza, presidente di Sigma Tau, e Daniel Lapeyre, Ad di
Sanafi Aventis.
   Poi sottolinea che "la spesa farmaceutica e' alta e
tendenzialmente lo sara' sempre di piu'". Anche, osserva
Formigoni, "i dati del 2007 sulla spesa farmaceutica sono
rincuoranti. La spesa cala (-6,8%) a fronte di una maggiore
richiesta di farmaci (+4,3)". Cio' significa che "i prezzi sono
piu' bassi e che la spesa farmaceutica e' rientrata nel tetto di
spesa, pari al 13% della spesa sanitaria".
   Un risultato che il presidente della Lombardia attribuisce
"agli interventi sui prezzi dei medicinali, varati dall'Agenzia
del farmaco, ma anche "agli interventi di contenimento varati
dalle diverse regioni, tra cui l'inserimento del ticket che
comincia a dare risultati positivi".
   Poi, Formigoni si sofferma sul tema federalismo fiscale
osservando che con "assetto di governance ben disegnato", "il
tetto alla spesa farmaceutica del Servizio sanitario non sarebbe
necessario".
   "In Italia- dice Formigoni- c'e' un sistema contraddittorio
con una sanita' quasi completamente gestita dalle regioni, ma di
di cui le regioni non sono responsabili totalmente dal punto di
vista delle risorse". Non solo, aggiunge: "le esigue risorse sono
ripartite in modo non equo, secondo la logica della spesa storica
che penalizza le realta' virtuose". E quindi propone "il
passaggio dalla spesa storica ai costi standard".
   Insomma, chi "e' efficiente e virtuoso" e "risana il
bilancio", viene "premiato".

  (Vid/ Dire)
20:28 05-03-08

NNNN
ZCZC
ADN1445 3 ECO 0 RTX ECO NAZ

      FARMACI: FORMIGONI, SSN SPENDE 40 MLN AL GIORNO =
      MA SPESA E' IN CALO, TICKET FUNZIONANO IN REGIONI CHE LI HANNO
APPLICATI

      Roma, 5 mar. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - ''La spesa
farmaceutica e' alta e lo sara' 'tendenzialmente' sempre di piu'. Ogni
giorno infatti il Servizio sanitario nazionale spende 40 milioni di
euro per i farmaci, a cui si aggiungono 17 mln di spesa privata''. A
ricordare le cifre e' Roberto Formigoni, presidente della Regione
Lombardia, intervenuto alla presentazione, a Roma, del libro 'La
salute e il mercato. La ricerca farmaceutica tra Stato, industria e
cittadini', realizzato dall'Associazione per gli studi e ricerche
sulla riforma delle istituzioni democratiche e sull'innovazione delle
amministrazioni pubbliche (Astrid).

      Formigoni ha sottolineato che, a fronte delle cifre di spesa, e'
fondamentale ''regolamentare con attenzione gli aspetti legati al
prezzo dei farmaci rimborsati dal Ssn, per mantenere un necessario
contenimento dei costi''. Ma e' importante anche una piu' vasta
''riflessione sul ruolo di governance e di controllo delle
istituzioni, soprattutto regionali''.

      Formigoni ha ricordato che in realta' ''i piu' recenti dati
sulla spesa farmaceutica, forniti da Federfarma, evidenziano una forte
diminuzione dell'esborso, -6,8% nel 2007, a fronte di una richiesta
maggiore di farmaci (+4,3% del numero di ricette), ma a prezzi pu'
bassi''. (segue)

      (Sal/Pn/Adnkronos)
05-MAR-08 20:47

NNNN
SANITA'. SALUTE E MERCATO, INDUSTRIA FARMACEUTICA: 'PIU' RICERCA'
ZCZC
DIR0843 3 POL  0 RR1 / DIR 

SANITA'. SALUTE E MERCATO, INDUSTRIA FARMACEUTICA: 'PIU' RICERCA'
TURCO, AMATO E FORMIGONI A CONFRONTO CON LE IMPRESE.

(DIRE) Roma, 5 mar. - "Siamo il sesto mercato al mondo dei
prodotti farmaceutici, non siamo pero' altrettanto ben piazzati
nel settore della ricerca". Lo dice Franco Bassanini, presidente
dell'associazione Astrid, nell'aprire i lavori della tavola
rotonda su "La salute e il mercato", a Palazzo Giustiniani, in
occasione della pubblicazione del volume "La salute e il mercato.
La ricerca farmaceutica tra Stato, industria e cittadini".
   Un tavolo di discussione al quale partecipano i ministri Livia
Turco e Giuliano Amato, Roberto Formigoni e i rappresentanti
dell'industria farmaceutica: Daniel Lapeyre (amministratore
delegato di Sanofi Aventis) e Claudio Cavazza (presidente di
Sigma Tau).
   Bassanini, poi, indica subito qual e' il "nodo critico" del
dibattito: "Come migliorare il rendimento dell'industria
farmaceutica, trovando soluzioni che non la penalizzino, ma anzi
favoriscano l'innovazione e la ricerca". Senza dimenticare che se
da un lato c'e' il mercato, dall'altro c'e' la salute dei
cittadini.
   E "da attore dell'industria farmaceutica", interviene Lapeyre.
"Il settore farmaceutico", dice l'ad di Sanofi, "investe un
miliardo di euro nella ricerca", ma e' "necessario fare di piu'".
Occorre, prosegue rivolgendosi agli ospiti politici, "mettere
l'imprenditore nelle condizioni di competere in modo adeguato sia
in Italia che all'estero". Anche perche' e' un settore "che
occupa 270 mila persone" e contribuisce in modo significativo
all'export.(SEGUE)

  (Vid/ Dire)
21:13 05-03-08

NNNN