[varie agenzie] FINANZIARIA. COLOZZI: PER GOVERNO OCCASIONE DI VOLTARE PAGINA

lunedì 16 giugno 2008


[varie agenzie] -


ZCZC0326/SXA
WIN10242
R POL S0A S04 QBXH
MANOVRA: COLOZZI (REGIONI), DANNOSO ABOLIRE COMUNITA'MONTANE

   (ANSA) - ROMA, 16 GIU - ''Sarebbe dannosa l'abolizione totale
delle Comunita' montane: la lotta agli sprechi e' giustissima ma
sappiamo che ci sono situazioni differenti con alcune Comunita'
montane che svolgono funzioni di presidio importantissime sui
territori critici del nostro Paese e altre che non hanno neppure
ragione di esistere perche' sorte su zone neppure montane''. A
sostenerlo e' Romano Colozzi, assessore al Bilancio nella
Regione Lombardia e coordinatore degli assessori regionali al
Bilancio. ''Eliminarle tutte - spiega - sarebbe una
semplificazione che penalizzerebbe le aree su cui questi enti
svolgono funzioni fondamentali. Il Governo dovrebbe invece
esaminare le leggi di riforma emanate dalle Regioni, procedendo
poi all'eliminazione di quelle Comunita' montane che rimangono
solo 'scatole vuote'''.  Colozzi ha poi anticipato le tre
proposte che formalizzera' domani alla Conferenza delle Regioni
e al successivo incontro con il Governo: oltre al no all'
abolizione delle Comunita' montane, per Colozzi il Patto di
stabilita' deve essere proporzionalmente modulato in rapporto
alla percentuale di debito delle amministrazioni rispetto ai
propri bilanci e a un parametro medio ben definito e ritenuto
ottimale. Infine, e' necessario superare la logica
sanzionatoria: ''dove si individuino norme di penalizzazione per
comportamenti finanziari negativi dovra' essere prevista una
norma premiale per i comportamenti virtuosi. Questo rappresenta
il modo piu' corretto per prepararsi all'attivazione del
federalismo fiscale. Bisogna diffondere una mentalita'
federalista basata sulla valorizzazione della responsabilita'''.
(ANSA).

     VR
16-GIU-08 15:40 NNN
FINANZIARIA. COLOZZI: PER GOVERNO OCCASIONE DI VOLTARE PAGINA
ZCZC
DIR0307 3 POL  0 RR1 / DIR 

FINANZIARIA. COLOZZI: PER GOVERNO OCCASIONE DI VOLTARE PAGINA
'APPLICARE FINALMENTE MECCANISMI PREMIALITÀ A FINANZA PUBBLICA'

(DIRE) Roma, 16 giu. - "Al Governo si sta presentando
un'occasione storica: applicare finalmente i meccanismi di
premialita' anche alla finanza pubblica. Fino ad oggi sono stati
sempre i meno virtuosi ad essere favoriti. E' giunta l'ora di
voltare pagina".
   E' quanto dichiara l'assessore alle Finanze della Regione
Lombardia Romano Colozzi, coordinatore nazionale degli assessori
al Bilancio, alla vigilia della Conferenza delle Regioni e
dell'incontro con il Governo in materia di Dpef e Finanziaria.
Colozzi inoltre anticipa le tre proposte che portera' domani al
governo e ai presidenti delle Regioni: modulare i patti di
stabilita' in base alla percentuale di debito delle singole
amministrazioni, non abolire tutte le Comunita' montane,
prevedere meccanismi premiali per le amministrazion virtuose.
   "Questo Governo ha piu volte ribadito in modo serio e
consapevole- ricorda Colozzi- la necessita' di introdurre un
metodo di giudizio meritocratico anche nella pubblica
amministrazione. Un metodo che preveda la possibilita' di
premiare i virtuosi e penalizzare i comportamenti negativi.
Apprezzabili, ad esempio, le posizioni assunte sui cosiddetti
"fannulloni" dal Ministro Brunetta e le indicazioni del Ministro
Gelmini sugli insegnanti che meritano di ricevere indennita'
adeguate alla loro preparazione. Per questo- sostiene l'assessore
lombardo- credo sia improrogabile l'applicazione di tali regole
anche all'interno dei provvedimenti finanziari che saranno varati
nei prossimi giorni".(SEGUE)

  (Com/Mav/ Dire)
15:38 16-06-08

NNNN
FINANZIARIA. COLOZZI: PER GOVERNO OCCASIONE DI VOLTARE PAGINA -2-
ZCZC
DIR0308 3 POL  0 RR1 / DIR 

FINANZIARIA. COLOZZI: PER GOVERNO OCCASIONE DI VOLTARE PAGINA -2-


(DIRE) Roma, 16 giu. - Colozzi, inoltre, anticipa le tre proposte
che formalizzera' domani alla Conferenza delle Regioni e al
successivo incontro con il Governo: "Il Patto di stabilita' deve
essere proporzionalmente modulato in rapporto alla percentuale di
debito delle amministrazioni rispetto ai propri bilanci e ad un
parametro medio ben definito e ritenuto ottimale". In secondo
luogo, l'assessore sostiene che "sarebbe dannosa l'abolizione
totale delle Comunita' montane: la lotta agli sprechi e'
giustissima- sostiene- ma sappiamo che ci sono situazioni
differenti, con alcune Comunita' montane che svolgono funzioni di
presidio importantissime sui territori critici del nostro Paese
ed altre che non hanno neppure ragione di esistere, perche' sorte
su zone neppure montane. Eliminarle tutte- per Colozzi- sarebbe
una semplificazione che penalizzerebbe le aree su cui questi enti
svolgono funzioni fondamentali".
   Il Governo dovrebbe invece "esaminare le varie leggi di
riforma emanate dalle singole Regioni ed evincere da esse il vero
rapporto costi-funzioni, procedendo poi all'eliminazione di
quelle Comunita' montane che rimangono solo 'scatole vuote'".
   Infine per Colozzi "e' necessario superare la logica
esclusivamente sanzionatoria di alcuni strumenti legislativi:
ovunque si individuino norme di penalizzazione per comportamenti
finanziari negativi nella pubblica amministrazione dovra' essere
sempre prevista una norma 'a specchio' premiale per i
comportamenti virtuosi".
   "Questo- conclude l'assessore lombardo- rappresenta il modo
piu' corretto per prepararsi all'attivazione del federalismo
fiscale. Occorre diffondere una mentalita' federalista basata
sulla valorizzazione della responsabilita', e quindi della
differenziazione".

  (Com/Mav/ Dire)
15:38 16-06-08

NNNN
ZCZC0313/SXA
WIN10234
R POL S0A S41 QBXH
MANOVRA: COLOZZI (REGIONI), PREMIALITA' PER FINANZA PUBBLICA

   (ANSA) - ROMA, 16 GIU - ''Al Governo si sta presentando
un'occasione storica: applicare finalmente i meccanismi di
premialita' anche alla finanza pubblica. Fino a oggi sono stati
sempre i meno virtuosi a essere favoriti. E' giunta l'ora di
voltare pagina''. Lo ha detto l'assessore alle Finanze della
Regione Lombardia Romano Colozzi, coordinatore nazionale degli
assessori al Bilancio e assessore in Lombardia, alla vigilia
della Conferenza delle Regioni e dell'incontro con il Governo in
materia di Dpef e Finanziaria.
   ''Questo Governo ha piu' volte ribadito in modo serio e
consapevole - ha aggiunto Colozzi - la necessita' di introdurre
un metodo di giudizio meritocratico anche nella pubblica
amministrazione. Un metodo che preveda la possibilita' di
premiare i virtuosi e penalizzare i comportamenti negativi.
Apprezzabili, ad esempio, le posizioni assunte sui cosiddetti
'fannulloni' dal ministro Brunetta e le indicazioni del ministro
Gelmini sugli insegnanti che meritano di ricevere indennita'
adeguate alla loro preparazione. Per questo credo sia
improrogabile l'applicazione di tali regole anche all'interno
dei provvedimenti finanziari che saranno varati nei prossimi
giorni''. (ANSA).

     VR
16-GIU-08 15:22 NNN
ZCZC
AGI2416 3 POL 0 R01 /

FINANZIARIA: COLOZZI, GOVERNO HA OCCASIONE PER VOLTARE PAGINA =
(AGI) - Roma, 16 giu. - "Al Governo si sta presentando
un'occasione storica: applicare finalmente i meccanismi di
premialita' anche alla finanza pubblica. Fino ad oggi sono
stati sempre i meno virtuosi ad essere favoriti. E' giunta
l'ora di voltare pagina". Lo ha dichiarato l'Assessore alle
Finanze della Regione Lombardia Romano Colozzi, coordinatore
nazionale degli assessori al Bilancio, alla vigilia della
Conferenza delle Regioni e dell'incontro con il Governo in
materia di Dpef e finanziaria.
    "Questo Governo ha piu volte ribadito in modo serio e
consapevole - aggiunge Colozzi - la necessita' di introdurre un
metodo di giudizio meritocratico anche nella pubblica
amministrazione. Un metodo che preveda la possibilita' di
premiare i virtuosi e penalizzare i comportamenti negativi.
Apprezzabili, ad esempio, le posizioni assunte sui cosiddetti
'fannulloni' dal ministro Brunetta e le indicazioni del
ministro Gelmini sugli insegnanti che meritano di ricevere
indennita' adeguate alla loro preparazione. Per questo credo
sia improrogabile l'applicazione di tali regole anche
all'interno dei provvedimenti finanziari che saranno varati nei
prossimi giorni".
    Colozzi ha poi anticipato le tre proposte che formalizzera'
domani alla Conferenza delle Regioni e al successivo incontro
con il Governo.
    "La politica del 'fare di tutta l'erba un fascio' si e'
dimostrata del tutto inutile - spiega Colozzi - e sarebbe
quindi necessaria una svolta epocale. Queste le mie proposte:
il Patto di stabilita' deve essere proporzionalmente modulato
in rapporto alla percentuale di debito delle amministrazioni
rispetto ai propri bilanci e ad un parametro medio ben definito
e ritenuto ottimale. Secondo. Sarebbe dannosa l'abolizione
totale delle Comunita' montane: la lotta agli sprechi e'
giustissima ma sappiamo che ci sono situazioni differenti con
alcune Comunita' montane che svolgono funzioni di presidio
importantissime sui territori critici del nostro Paese ed altre
che non hanno neppure ragione di esistere perche' sorte su zone
neppure montane. Eliminarle tutte sarebbe una semplificazione
che penalizzerebbe le aree su cui questi enti svolgono funzioni
fondamentali.
    Il Governo dovrebbe invece esaminare le varie leggi di
riforma emanate dalle singole Regioni ed evincere da esse il
vero rapporto costi-funzioni, procedendo poi all'eliminazione
di quelle Comunita' montane che rimangono solo 'scatole vuote'.
Terzo. E' necessario superare la logica esclusivamente
sanzionatoria di alcuni strumenti legislativi: ovunque si
individuino norme di penalizzazione per comportamenti
finanziari negativi nella pubblica amministrazione dovra'
essere sempre prevista una norma "a specchio" premiale per i
comportamenti virtuosi".
    "Questo - conclude l'Assessore Colozzi - rappresenta il
modo piu' corretto per prepararsi all'attivazione del
federalismo fiscale. Occorre diffondere una mentalita'
federalista basata sulla valorizzazione della responsabilita' e
quindi della differenziazione". (AGI) 
 Mav
161521 GIU 08

NNNN
ZCZC
ASC0139 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

MANOVRA: COLOZZI (REGIONI), PER GOVERNO OCCASIONE PER VOLTARE PAGINA =
(ASCA) - Roma, 16 giu - ''Al Governo si sta presentando
un'occasione storica: applicare finalmente i meccanismi di
premialita' anche alla finanza pubblica. Fino ad oggi sono
stati sempre i meno virtuosi ad essere favoriti. E' giunta
l'ora di voltare pagina''. Lo ha dichiarato l'Assessore alle
Finanze della Regione Lombardia Romano Colozzi, coordinatore
nazionale degli assessori al Bilancio, alla vigilia della
Conferenza delle Regioni e dell'incontro con il Governo in
materia di DPEF e Finanziaria.
   ''Questo Governo ha piu volte ribadito in modo serio e
consapevole - aggiunge Colozzi - la necessita' di introdurre
un metodo di giudizio meritocratico anche nella pubblica
amministrazione. Un metodo che preveda la possibilita' di
premiare i virtuosi e penalizzare i comportamenti negativi.
Apprezzabili, ad esempio, le posizioni assunte sui cosiddetti
''fannulloni'' dal Ministro Brunetta e le indicazioni del
Ministro Gelmini sugli insegnanti che meritano di ricevere
indennita' adeguate alla loro preparazione. Per questo credo
sia improrogabile l'applicazione di tali regole anche
all'interno dei provvedimenti finanziari che saranno varati
nei prossimi giorni''.
   Colozzi ha poi anticipato le tre proposte che
formalizzera' domani alla Conferenza delle Regioni e al
successivo incontro con il Governo. ''La politica del ''fare
di tutta l'erba un fascio'' si e' dimostrata del tutto
inutile - spiega Romano Colozzi - e sarebbe quindi necessaria
una svolta epocale. Queste le mie proposte: il Patto di
stabilita' deve essere proporzionalmente modulato in rapporto
alla percentuale di debito delle amministrazioni rispetto ai
propri bilanci e ad un parametro medio ben definito e
ritenuto ottimale. Secondo. Sarebbe dannosa l'abolizione
totale delle Comunita' montane: la lotta agli sprechi e'
giustissima ma sappiamo che ci sono situazioni differenti con
alcune Comunita' montane che svolgono funzioni di presidio
importantissime sui territori critici del nostro Paese ed
altre che non hanno neppure ragione di esistere perche' sorte
su zone neppure montane. Eliminarle tutte sarebbe una
semplificazione che penalizzerebbe le aree su cui questi enti
svolgono funzioni fondamentali. Il Governo dovrebbe invece
esaminare le varie leggi di riforma emanate dalle singole
Regioni ed evincere da esse il vero rapporto costi-funzioni,
procedendo poi all'eliminazione di quelle Comunita' montane
che rimangono solo ''scatole vuote''. Terzo. E' necessario
superare la logica esclusivamente sanzionatoria di alcuni
strumenti legislativi: ovunque si individuino norme di
penalizzazione per comportamenti finanziari negativi nella
pubblica amministrazione dovra' essere sempre prevista una
norma ''a specchio'' premiale per i comportamenti
virtuosi''.
   ''Questo - conclude l'Assessore Colozzi - rappresenta il
modo piu' corretto per prepararsi all'attivazione del
federalismo fiscale. Occorre diffondere una mentalita'
federalista basata sulla valorizzazione della responsabilita'
e quindi della differenziazione''.
rus/mcc/alf
161532 GIU 08 

NNNN
ZCZC
AGI2461 3 POL 0 R01 /

FINANZIARIA: COLOZZI, GOVERNO HA OCCASIONE PER VOLTARE PAGINA =
(AGI) - Roma, 16 giu. - "Al Governo si sta presentando
un'occasione storica: applicare finalmente i meccanismi di
premialita' anche alla finanza pubblica. Fino ad oggi sono
stati sempre i meno virtuosi ad essere favoriti. E' giunta
l'ora di voltare pagina". Lo ha dichiarato l'Assessore alle
Finanze della Regione Lombardia Romano Colozzi, coordinatore
nazionale degli assessori al Bilancio, alla vigilia della
Conferenza delle Regioni e dell'incontro con il Governo in
materia di Dpef e finanziaria.
    "Questo Governo ha piu volte ribadito in modo serio e
consapevole - aggiunge Colozzi - la necessita' di introdurre un
metodo di giudizio meritocratico anche nella pubblica
amministrazione. Un metodo che preveda la possibilita' di
premiare i virtuosi e penalizzare i comportamenti negativi.
Apprezzabili, ad esempio, le posizioni assunte sui cosiddetti
'fannulloni' dal ministro Brunetta e le indicazioni del
ministro Gelmini sugli insegnanti che meritano di ricevere
indennita' adeguate alla loro preparazione. Per questo credo
sia improrogabile l'applicazione di tali regole anche
all'interno dei provvedimenti finanziari che saranno varati nei
prossimi giorni".
    (AGI)    
 Mav  (Segue)
161558 GIU 08

NNNN
ZCZC
AGI2462 3 POL 0 R01 /

FINANZIARIA: COLOZZI, GOVERNO HA OCCASIONE PER VOLTARE PAGINA (2)=
) (AGI) - Roma, 16 giu. - Colozzi ha poi anticipato le tre
proposte che formalizzera' domani alla Conferenza delle Regioni
e al successivo incontro con il Governo. "La politica del 'fare
di tutta l'erba un fascio' si e' dimostrata del tutto inutile -
spiega Colozzi - e sarebbe quindi necessaria una svolta
epocale. Queste le mie proposte: il Patto di stabilita' deve
essere proporzionalmente modulato in rapporto alla percentuale
di debito delle amministrazioni rispetto ai propri bilanci e ad
un parametro medio ben definito e ritenuto ottimale. Secondo.
Sarebbe dannosa l'abolizione totale delle Comunita' montane: la
lotta agli sprechi e' giustissima ma sappiamo che ci sono
situazioni differenti con alcune Comunita' montane che svolgono
funzioni di presidio importantissime sui territori critici del
nostro Paese ed altre che non hanno neppure ragione di esistere
perche' sorte su zone neppure montane. Eliminarle tutte sarebbe
una semplificazione che penalizzerebbe le aree su cui questi
enti svolgono funzioni fondamentali.
    Il Governo dovrebbe invece esaminare le varie leggi di
riforma emanate dalle singole Regioni ed evincere da esse il
vero rapporto costi-funzioni, procedendo poi all'eliminazione
di quelle Comunita' montane che rimangono solo 'scatole vuote'.
Terzo.
    E' necessario superare la logica esclusivamente
sanzionatoria di alcuni strumenti legislativi: ovunque si
individuino norme di penalizzazione per comportamenti
finanziari negativi nella pubblica amministrazione dovra'
essere sempre prevista una norma "a specchio" premiale per i
comportamenti virtuosi".
    "Questo - conclude l'Assessore Colozzi - rappresenta il
modo piu' corretto per prepararsi all'attivazione del
federalismo fiscale. Occorre diffondere una mentalita'
federalista basata sulla valorizzazione della responsabilita' e
quindi della differenziazione". (AGI) 
 Mav
161558 GIU 08

NNNN