[g.u.] DECRETO 23 maggio 2008 - Welfare le deleghe del sottosegretario Viespoli

martedì 24 giugno 2008


[g.u.] -   MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI
DECRETO 23 maggio 2008
Delega di attribuzioni del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, per taluni atti di competenza dell'Amministrazione, al Sottosegretario di Stato sen. Pasquale Viespoli.
IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'art. 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244", ed, in particolare, l'art. 1, comma 1, che istituisce, tra gli altri, il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali; Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 7 maggio 2008, recante, tra gli altri, la nomina del sen. dott. Maurizio Sacconi a Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali; Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 12 maggio 2008, recante, tra gli altri, la nomina a Sottosegretario di Stato al lavoro, alla salute e alle politiche sociali del sen. Pasquale Viespoli; Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante la disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e successive modificazioni; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, avente ad oggetto Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche", e successive modificazioni; Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la riforma dell'organizzazione del Governo a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, e successive modificazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, recante l'organizzazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, e successive modificazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2003, n. 129, recante l'organizzazione del Ministero della salute, e successive modificazioni; Ritenuta la necessita' di determinare le attribuzioni delegate al Sottosegretario di Stato sen. Pasquale Viespoli; Decreta: Art. 1. 1. Sono riservate al Ministro l'iniziativa legislativa, le funzioni di indirizzo politico-amministrativo di carattere generale, la definizione degli obiettivi ed i programmi da attuare, la verifica della rispondenza dei risultati dell'attivita' amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti, nonche' ogni altro atto individuato dagli articoli 4 e 14 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni. 2. Il Sottosegretario di Stato sen. Pasquale Viespoli e' delegato alla trattazione e alla firma degli atti relativi: a) alle funzioni della Direzione generale degli ammortizzatori sociali e incentivi all'occupazione, cosi' come specificate dall'art. 1-quater del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; b) alle funzioni della Direzione generale del mercato del lavoro, cosi' come specificate dall'art. 1-decies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; c) alle funzioni della Direzione generale per le politiche per l'orientamento e la formazione, cosi' come specificate dall'art. 1-undecies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; d) alle funzioni della Direzione generale per le politiche previdenziali, cosi' come specificate dall'art. 1-duodecies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; e) alle funzioni della Direzione generale per l'innovazione tecnologica, cosi' come specificate dall'art. 1-terdecies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; f) alle funzioni della Direzione generale delle risorse umane e affari generali, cosi' come specificate dall'art. 1-quaterdecies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; g) alle funzioni della Direzione generale della tutela delle condizioni di lavoro, cosi' come specificate dall'art. 1-quindecies del decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n. 176, e successive modificazioni; h) all'attivita' di contenzioso nelle materie di cui alle lettere precedenti. Art. 2. 1. Il Sottosegretario di Stato sen. Pasquale Viespoli e' delegato a rappresentare il Ministro presso le Camere - nel rispetto delle direttive eventualmente fornite dal Ministro e sempre che egli non ritenga di attendervi personalmente -- per lo svolgimento di interrogazioni a risposta orale e per ogni altro intervento che si renda necessario nel corso dei lavori parlamentari con riferimento alle materie di cui all'art. 1, comma 2, e ad ogni altra materia che il Ministro intenda di volta in volta affidare al Sottosegretario di Stato medesimo. 2. Al Sottosegretario di Stato sen. Pasquale Viespoli e', inoltre, delegata la firma delle risposte alle interrogazioni a risposta scritta nelle materie di cui all'art. 1, comma 2, salve diverse determinazioni che potranno essere di volta in volta adottate dal Ministro. 3. E', altresi', delegata, relativamente alle predette materie, la firma delle richieste di parere al Consiglio di Stato ed ad altri organi istituzionali su questioni non rivestenti carattere generale o di principio. Art. 3. 1. Sono, in ogni caso, riservati al Ministro: a) i provvedimenti di designazione, nomina, annullamento, revoca e scioglimento di organi di amministrazione e di controllo, di comitati tecnici, anche internazionali, di commissari straordinari, di dirigenti degli enti sottoposti alla vigilanza e tutela del Ministero, di componenti di organi collegiali costituiti nell'ambito dell'amministrazione, o di altre amministrazioni ovvero di enti pubblici, il coordinamento degli enti vigilati, nonche' la determinazione dei compensi ai componenti degli organi individuali o collegiali in base alla normativa vigente; b) l'adozione degli atti aventi contenuto normativo di competenza del Ministero, nonche' le richieste di adesioni alle altre amministrazioni in merito agli atti aventi contenuto normativo di competenza del Ministero, gli atti di adesioni agli atti aventi contenuto normativo promossi da altre amministrazioni. Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, previa registrazione da parte della Corte dei conti. Roma, 23 maggio 2008 Il Ministro: Sacconi Registrato alla Corte dei conti il 10 giugno 2008 Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla persona e dei beni culturali, registro n. 4, foglio n. 24