MANOVRA: TICKET E SICUREZZA;ULTIMI RITOCCHI,POI FIDUCIA/ANSA

lunedì 14 luglio 2008



ZCZC0736/SXA
WPP10344
R POL S0A QBXB
MANOVRA: TICKET E SICUREZZA;ULTIMI RITOCCHI,POI FIDUCIA/ANSA
DOMANI SERA RIPRENDONO LAVORI COMMISSIONE, SI RIPARTE DA TAGLI
   (di Chiara Scalise)
   (ANSA) - ROMA, 14 LUG - Ventiquattro ore di pausa obbligata
nei lavori della manovra d'estate, a causa del voto di fiducia
sul provvedimento della sicurezza che si terra' domani nell'Aula
di Montecitorio, e poi i deputati saranno chiamati a una
maratona per l'approvazione in tempi record del decreto legge.
Entro mercoledi' mattina dovra' arrivare l'ok delle commissioni
Bilancio e Finanze, perche' nel pomeriggio il testo e' atteso
nell'Aula di Montecitorio.
   Scontata ormai la fiducia, anche se il ministro per i
Rapporti con il Parlamento Elio Vito parla di ''ipotesi
prematura''. Nei corridoi pero' maggioranza e opposizione
l'hanno gia' messa nel conto, con una sola richiesta: quella di
non stravolgere il lavoro parlamentare presentando un maxi
emendamento diverso dal testo uscito dalle commissioni.
    Il tempo quindi corre ma un po' di spazio per le ultime
modifiche c'e' ancora: restano ancora aperti due capitoli
chiave, la sanita' e la sicurezza. Il governo ha annunciato di
essere pronto a contribuire alla meta' della spesa necessaria
(400milioni di euro) per l'abolizione dei ticket sulla
diagnostica, anche se questo non e' il fronte che preoccupa di
piu' le Regioni. Comunque sia le diplomazie sono al lavoro e
entro domani, assicura il ministro per gli Affari Regionali,
Raffaele Fitto, arriveranno delle novita'. Stesso ragionamento
per i tagli che hanno colpito le Forze dell'ordine.
   L'Esecutivo intanto sceglie la strada del rigore e annuncia
controlli piu' serrati sulle esenzioni sanitarie e sulle
prestazioni (come le degenze) realizzate da strutture private in
convenzione. Linea che pero' non e' sufficiente a raccogliere
intorno al governo il consenso bipartisan per un esame spedito
delle misure. I lavori in commissione hanno proceduto abbastanza
a rilento e l'opposizione lamenta un forte irrigidimento da
parte della maggioranza. Dopo le fatiche della seduta notturna
che ha dato il via libera alla riforma dei servizi pubblici
locali, i deputati hanno a lungo discusso in mattinata sulla
sforbiciata alla scuola. Il pressing del Pd che chiedeva di
'salvare' gli insegnanti di sostegno dalla scure dei tagli e'
pero' andato a vuoto.
   Con la manovra d'estate arriva invece una novita' per le
prossime finanziarie: dal prossimo anno infatti niente piu'
provvedimenti 'monstre' con il mix di norme per lo sviluppo e
misure localistiche, ma solo disegni di legge con norme che
modificano effettivamente i saldi di entrate e uscita dello
Stato. Si' anche al cinque per mille per il mondo dello sport, a
maggiori finanziamenti per il comitato paralimpico, ma anche a
un fondo casa per le giovani coppie e per i single.
    E a sorpresa arriva anche una sanatoria, per il passato, per
le pubblicazioni on line dei redditi. Una norma che 'salva' l'ex
direttore dell'Agenzia delle Entrate (nei confronti del quale e'
stato aperto un procedimento) ma che evitera' anche di dover
rimborsare i contribuenti, risparmiando cosi' un bel po' di
soldi.
   Mentre i lavori in Parlamento vanno avanti tra piccole e
grandi modifiche, da Parigi il premier Silvio Berlusconi difende
una delle misure simbolo dell'estate: la Robin tax. Una ''tassa
giusta'', dice, che ''e' gia' stata storicamente attuata e ha
dato buoni frutti''. Ragion per cui non ci sono dubbi, ''si deve
procedere'', e' il monito del Cavaliere. (ANSA).

     SCA
14-LUG-08 20:16 NNN