FEDERALISMO FISCALE: ERRANI, BENE CALDEROLI PURCHE' SI PARTA DA REGIONI

giovedì 17 luglio 2008



ZCZC
ASC0214 1 ECO 0 R01 / LK XX ! 1 X

FEDERALISMO FISCALE: ERRANI, BENE CALDEROLI PURCHE' SI PARTA DA REGIONI =
(ASCA) - Roma, 17 lug - ''Il federalismo si fa insieme e non
contro. Se questa e' la base, come mi sembra di aver capito
dalla comunicazione del ministro Calderoli, si va avanti e mi
sembra una cosa positiva che lo si faccia su quanto gia'
espresso dalle Regioni''. Lo ha detto il persidente della
Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, commentando la
relazione del ministro per la Semplificazione, Roberto
Calderoli, che oggi durante la conferenza unificata
Stato-Regioni ha presentato le linee guida del provvedimento
legato al federalismo fiscale. ''Il ministro ci ha fatto una
comunicazione e alcuni punti - ha sottolineato Errani al
termine della Conferenza - colgono la sostanza di quanto noi
abbiamo gia' detto nel documento presentato al governo''.
L'impegno preso da entrambe le parti e' quello che, spiega
Errani, ''non ci saranno iniziative unilaterali, ma un tavolo
a cui si lavorera' tutti insieme per costruire la delega
collegata alla finanziaria''. Un tavolo a cui le Regioni
presenteranno ''una bozza gia' articolata'', ha annunciato il
presidente Errani. Durante la comunicazione odierna del
ministro non si e' entrato nel merito del federalismo
fiscale, tuttavia le Regioni hanno ribadito l'intenzione che
''vengano garantiti i livelli minimi essenziali di
assistenza, con il cento per cento di perequazione, perche'
non si puo' tenere il Paese - spiega Errani - in condizioni
diversificate''. Le Regioni chiedono in particolare
un'attenzione al trasporto pubblico locale e propongono
''attraverso un ragionamento sugli standard di costruire un
percorso di superamento della spesa storica per costruire un
impianto che tenga insieme il Paese premiando anche le
realta' virtuose che stanno dando un contributo dal punto di
vista fiscale''.
dnp/mar/alf
171730 LUG 08 

NNNN