REGIONI. FITTO: FATTO POCO PER LA MANOVRA, MEGLIO CON FEDERALISMO

martedì 29 luglio 2008


REGIONI. FITTO: FATTO POCO PER LA MANOVRA, MEGLIO CON FEDERALISMO
ZCZC
DIR0214 3 POL  0 RR1 / DIR 

REGIONI. FITTO: FATTO POCO PER LA MANOVRA, MEGLIO CON FEDERALISMO
TROVARE FORME CONCILIAZIONE PER COMPETENZE STATO-REGIONI

(DIRE) Roma, 29 lug. - "Non ho difficolta' ad ammettere che in
questi mesi non si e' sviluppato un dibattito in forma completa
sulla manovra economica che e' stato fortemente contenuto nei
tempi e nella modalita'". E' quanto afferma il ministro per i
Rapporti con le regioni, Raffaele Fitto, in occasione
dell'audizione in commissione Affari costituzionali di
Montecitorio.
   Fitto riconosce che il passaggio in Conferenza delle Regioni
del provvedimento economico avrebbe meritato un "maggior
approfondimento", visto che l'organismo non e' un luogo "per
rapidi passaggi ma di approfondimento specifico". Il ministro
rimanda allora alla prossima occasione, che sara' la discussione
del federalismo fiscale. In questo caso, c'e' gia' un percorso
"coerente" con l'esigenza di dialogo con gli enti locali e Fitto
auspica cosi' "un metodo maggiormente efficace".
   Piu' in generale il rappresentante del governo richiama la
necessita' di sciogliere l'annoso problema delle competenze per
contenere "forme di contenzioso" che poi tocca alla Corte
costituzionale risolvere. Gia' in questi mesi, riferisce, su 147
leggi regionali, 16 sono state impugnate dalla Corte e allora
occorre trovare "forme di conciliazione" per affrontare il nodo
"di rapporti tra Stato e regioni" con le seconde che varano
"provvedimenti che invadono le competenze del governo e
viceversa".

  (Tar/ Dire)
14:12 29-07-08

NNNN