FEDERALISMO: GALAN, A PALERMO RIUNITI COLORO CHE NON LO AMANO

venerdì 7 novembre 2008



ZCZC
ASC0251 1 REG 0 R01 / LK XX ! 1 X


(ASCA) - Venezia, 7 nov - '''Mamma li turchi!'', verrebbe
voglia di dire nell'apprendere dell'incontro che si e' tenuto
a Palermo sul federalismo fiscale cui hanno partecipato i
rappresentanti delle Regioni meridionali. ''Mamma li
turchi!'', senza alcuna offesa per i veri turchi,
naturalmente, ma quelli che si sono riuniti a Palermo sono le
teste di ariete di coloro che non amano il federalismo
fiscale''. Cosi' il governatore della Regione Veneto,
Giancarlo Galan.
   ''Basti pensare che all'incontro palermitano era presente
Loiero - prosegue Galan -. Le Regioni meridionali che da anni
dissestano l'economia del nostro Paese, che svuotano le casse
dello Stato, che deturpano l'immagine dell'Italia, si
riuniscono forse per impedire la riforma del federalismo
fiscale'? Attenzione, mentre qui al Nord paghiamo le tasse e
rispettiamo il patto di stabilita' che strozza il nostro
sviluppo, a Palermo si mettono assieme Regioni a Statuto
speciale e Regioni a Statuto ordinario, per fare cosa'? Cosa
ci stanno a fare i super privilegiati della Regione Sicilia e
della Regione Sardegna con i ''presidenti ordinari'' delle
altre Regioni del Sud'? Per fare di tutto e di piu' al solo
scopo di sabotare il federalismo fiscale. O no'?'' Per Galan,
''in realta', i ''pirati turchi'' riuniti a Palermo stanno
assieme perche' la pensano allo stesso modo e operano allo
stesso modo e sono proprio costoro che nel sabotare il
federalismo fiscale separano ancora di piu' il Sud dal resto
del Paese''.
fdm/sam/ss
071800 NOV 08 

NNNN