Fini su sussidiarietà e riforme

venerdì 8 maggio 2009



ZCZC
ADN0134 6 ECO 0 ADN ECO NAZ RLO

      CRISI ECONOMICA: FINI, GIUSTO ATTENUARE REGOLE SU AIUTI DI STATO =

      Milano, 8 mag. (Adnkronos) - "La ragionevolezza ha indotto le
istituzioni europee ad attenuare alcune regole, a partire da quelle
relative agli aiuti di stato, in modo da massimizzare i possibili
vantaggi di politiche di sostegno alla crescita per favorire una
rapida inversione del ciclo negativo". Lo ha detto il presidente della
Camera Gianfranco Fini nel suo intervento a Milano all'apertura della
quarta edizione dell''Assise della Sussidiarieta''.

      (Dra/Gs/Adnkronos)
08-MAG-09 10:38

NNNN
ZCZC
ASC0033 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

CRISI: FINI, BENE UE SU ATTENUAZIONE REGOLE AIUTI DI STATO =
(ASCA) - Milano, 8 mag - Per fronteggiare la crisi economica,
hanno fatto bene le istituzioni europee ''ad attenuare alcune
regole'' come ''quelle relative agli aiuti di Stato''. E'
stato questo uno dei tasti piu' battuti dal presidente della
Camera, Gianfranco Fini, durante il suo intervento a Milano
alle assise della sussidiarieta'.
   Fini ha prima evidenziato ''l'esigenza di favorire uno
stretto coordinamento tra le iniziative assunte dalle
istituzioni europee e quelle di competenza dei singoli Stati
membri''. Poi il presidente della Camera si e' soffermato
sulla ''ragionevolezza'' che a suo giudizio ''ha indotto le
istituzioni europee ad attenuare alcune regole, a partire da
quelle relative agli aiuti di Stato, in mado da massimizzare
i possibili venataggi di politiche di sostegno alla crescita
per favorire una rapida inversione del ciclo negativo.
   Secondo Fini ''anche i parlamenti nazionali devono
muoversi secondo questa logica, utilizzando la sussidiarieta'
quale strumento per affermare in modo sistematico il proprio
intervento nella formazione delle politiche europee.
fcz/sam/alf
081040 MAG 09 

NNNN
ZCZC
AGI2087 3 POL 0 R01 /

CRISI: FINI, SERVE COORDINAMENTO ISTITUZIONI EUROPEE-STATI =
(AGI) - Milano, 8 mag. - Per superare la crisi economica "e'
sempre piu' evidente l'esigenza di favorire uno stretto
coordinamento tra le iniziative assunte dalle istituzioni
europee e quelle di competenza dei singoli Stati membri". Il
presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini e'
intervenuto cosi' alla Quarta edizione delle Assise della
sussidiarieta', in corso a Palazzo Mezzanotte a Milano.
    "La ragionevolezza ha indotto le istituzioni europee - ha
aggiunto Fini - ad attenuare alcune regole a partire da quelle
relative agli aiuti di Stato, in modo da massimizzare i
possibili vantaggi di politiche di sostegno alla crescita per
favorire una rapida inversione del ciclo negativo".
    Maggior coordinamento dunque tra Stati e istituzioni
europee, regole piu' flessibili per gli aiuti di Stato ma anche
l'affermazione del principio di sussidiarieta': sono i punti
principali indicati dal presidente della Camera. "Anche
parlamenti nazionali - ha spiegato - devono muoversi secondo
questa logica utilizzando la sussidiarieta' quale strumento per
affermare in modo sistematico il proprio intervento nella
formazione delle politiche europee". (AGI)   
 Cre/Dma
081044 MAG 09

NNNN
ZCZC
ASC0035 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

FEDERALISMO: FINI, SISTEMA CHE SI FONDA SULLA SUSSIDIARIETA' =
(ASCA) - Milano, 8 mag - Il federalismo e' un sistema di
governo che si fonda sulla sussidiarieta'. E' l'opinione del
presidente della Camera, Gianfranco Fini, che si e'
soffermato su questo aspetto nel corso del suo intervento
all'Assise della sussidiarieta' in corso alla Borsa di
Milano. Per Fini ''la sussidiarieta' e' uno dei cardini su
cui poggiano i sistemi federali'' e percio' su questo terreno
''e' stato fondamentale il contributo offerto dal pensiero
federalista''. Il quale a giudizio di Fini, ''fornisce un
ulteriore e prezioso contributo alla valorizzazione del
pruralismo e al riconoscimento dell'articolazione dei poteri
e della societa' come fattori di progresso''.
fcz/sam/rob
081042 MAG 09 

NNNN
ZCZC
ADN0152 5 POL 0 ADN POL NAZ RLO

      FEDERALISMO: FINI, EVITARE RIGIDO CENTRALISMO MA ANCHE FRAMMENTAZIONE =

      Milano, 8 mag. (Adnkronos) - Evitare sia una "rigida logica
centralistica, sia un eccesso di frammentarieta' che inevitabilmente
si tradurrebbe in una dispersione di risorse". Questa la 'ricetta' del
presidente della Camera Gianfranco Fini sul tema del federalismo e
della sussidiarieta'.

      "Secondo il principio di sussidiarieta', il livello di governo
sovraordinato e' legittimato ad intervenire ogni qualvolta i livelli
di governo subordinati si siano dimostrati inadeguati allo scopo. In
questo modo il pensiero federalista contribuisce alla valorizzazione
del pluralismo e al riconoscimento dell'articolazione dei poteri e
della societa' come fattori di progresso. Il concetto di
sussidiarieta' ha assunto una duplice dimensione da un lato -ha
spiegato Fini- come relazione tra enti e pubblici e soggetti privati,
sussidiarieta' orizzontale, dall'altro come rapporto tra le
istituzioni centrali e quelle locali, sussidiarieta' verticale".

      Per quanto riguarda la Comunita' europea Fini ha spiegato che
"non e' sufficiente limitarsi ad affermare in via presuntiva che
l'intervento delle istituzioni europee consentirebbe di realizzare
meglio gli scopi previsti: va dimostrata l'incapacita' degli Stati
membri di perseguire l'obiettivo con la stessa efficacia. Incapacita'
che il Trattato di Lisbona richiede debba sussistere non soltanto a
livello centrale, ma anche a livello regionale e locale". (segue)

      (Dra/Gs/Adnkronos)
08-MAG-09 10:52

NNNN
ZCZC
AGI2094 3 POL 0 R01 /

FINI: LA SUSSIDIARIETA' E' UNO DEI CARDINI DELLE DEMOCRAZIE. =
(AGI) - Milano, 8 mag. - Il concetto di sussidiarieta' oggi ha
assunto anche una valenza positiva in quanto "presuppone
l'intervento dell'autorita' quando necessario per tutelare il
bene dell'individuo. E' divenuto quindi, uno dei cardini delle
democrazia evolute". Lo ha sottolineato, il presidente della
Camera Gianfranco Fini, durante il suo intervento al summit
delle Regioni europee, in corso a Milano. La sussidiarieta'
"obbliga la politica ad uno sforzo continuo di aggiornamento di
regole e procedure - ha aggiunto Fini - in questo senso,
risponde a una evidente ragione garantista per la salvaguardia
degli assetti democratici. La sussidiarieta' altro non e' che
un parametro imprescindibile per la salvaguardia del pluralismo
in quanto assicura l'armonizzazione di una molteplicita' di
articolazioni sociale e territoriali". Per tutti questi motivi
Fini auspica "la sollecita ratifica da parte di tutti gli Stati
membri del Trattato di Lisbona, che compie un ulteriore passo
avanti, poiche' si introducono meccanismi procedurali per
consentire ai parlamenti nazionali di svolgere un controllo
sulla rispondenza delle proposte normative delle istituzioni
europee al principio stesso". Fini ha anche confermato che la
Camera dei deputati si sta gia' attrezzando per avviare, in
attesa dell'entrata in vigore del Trattato di Lisbona, una
valutazione dei profili di sussidiarieta' nell'ambito
dell'esame dei progetti di atti normativi europei. "La
sussidiarieta' - ha concluso - e' uno dei cardini su cui
poggiano i sistemi federali. L'organizzazione federale appare
l'unica forma di Stato in grado di coniugare le esigenze di
unita' con quelle di liberta'". (AGI) 
 Cre/Dma
081056 MAG 09

NNNN
ZCZC
ADN0157 5 POL 0 ADN POL NAZ RLO

      FEDERALISMO: FINI, EVITARE RIGIDO CENTRALISMO MA ANCHE FRAMMENTAZIONE (2) =

      (Adnkronos) - "In tal senso la Camera dei deputati -ha aggiunto
Fini nel suo intervento all'apertura della quarta edizione
dell''Assise della Sussidiarieta''- si sta gia' attrezzando per
avviare, sia pure in via sperimentale e in attesa dell'auspicata
entrata in vigore del Trattato di Lisbona, una valutazione dei profili
di sussidiarieta' nell'ambito dell'esame dei progetti di atti
normativi europei".

      "I Parlamenti nazionali devono muoversi utilizzando la logica
della sussidiarieta' quale strumento per affermare in modo sistematico
il proprio intervento nella formazione delle politiche europee. Solo
cosi', dall'intreccio congenito di politiche lungimiranti, renderemo
un servizio all'Europa -ha concluso il presidente della Camera- ai
suoi cittadini e alle libere e democratiche istituzioni parlamentari".

      (Dra/Gs/Adnkronos)
08-MAG-09 10:57

NNNN
ZCZC0980/SXR
YVE15445
R REG S41 S04 QBXV
UE: SUSSIDIARIETA'; COPPOLA, E' STRUMENTO DI DEMOCRAZIA

   (ANSA) - VENEZIA, 8 MAG - Per l'assessore regionale
Marialuisa Coppola ''il principio di sussidiarieta' e' un
prezioso strumento di democrazia''. Lo ha ricordato intervenendo
alla quarta edizione delle ''Assise della sussidiarieta'''
promosse dal Comitato delle Regioni dell'Unione Europea, di cui
e' componente, a Milano.
   ''Quello della sussidiarieta' - ha detto - e' un principio
che puo' costituire, a pieno titolo, la chiave di volta
dell'architettura dell'Europa che vogliamo''. ''Oggi - ha
aggiunto - ci troviamo di fronte ad una societa' orizzontale, a
rete, piu' moderna e piu' dinamica, piu' complessa e piu'
differenziata in cui il cittadino e' piu' maturo e piu'
esigente. Ed e' a questa nuova dimensione della democrazia che
la politica e le istituzioni debbono rispondere in tempi
accettabili''. In quest'ottica, per Coppola, ''quanto piu' il
potere decisionale e' vicino al cittadino, tanto maggiore e' la
democrazia, perche' maggiore e' la responsabilita' che ne
deriva. Gli strumenti ci sono, la sussidiarieta' e' uno di
questi''.
   Parlando delle ''buone pratiche'' attuate in questi anni
dalla Regione del Veneto, Coppola ha fatto riferimento sia alle
iniziative regionali di carattere interno, sia a quelle per la
promozione dei diritti umani e della cooperazione decentrata
allo sviluppo.(ANSA).

     COM-CO/PAS
08-MAG-09 15:46 NNN