UE: REGIONI, MANIFESTAZIONE CONTRO TAGLI AIUTI COMUNITARI

venerdì 1 ottobre 2010


ZCZC0326/SXA

XCI13563

R POL S0A S04 QBXB

 

(ANSA) - BRUXELLES, 1 OTT - Le regioni europee si mobilitato

contro i paventati tagli agli aiuti che l'Unione europea destina

ai territori. La protesta e' animata, in particolare, dalle

regioni, come le italiane del centro-nord, che attualmente

ricevono sussidi solo per alcune aree in difficolta' di sviluppo

e non per l'intero territorio regionale, come invece accade per

le regioni piu' ''povere'' come le italiane del sud.

Con la revisione delle prospettive finanziarie Ue post-2013,

tra le ipotesi sul tappeto, anche una modifica che potrebbe

conservare i sussidi solo alle regioni povere e quindi per

l'Italia solo al Mezzogiorno.

I rappresentanti locali faranno sentire la loro voce giovedi'

prossimo, 7 ottobre, con una manifestazione che prevede anche un

corteo dalla sede di Bruxelles della regione tedesca della

Baviera - un edificio davanti al Parlamento europeo - fino al

Berlaymont, sede della Commissione, dove una delegazione di

regioni sara' ricevuta dal presidente dell'esecutivo Ue, Jose'

Manuel Barroso.

Oggi la politica di coesione nella programmazione 2007-2013

destina alle regioni 347 miliardi di euro di cui piu' dell'80%

alle regioni povere dell'obiettivo ''convergenza'' (pil

pro-capite al di sotto del 75% della media Ue) e circa il 16%

alle altre regioni inserite nell'obiettivo 'competitivita''. La

percentuale restante e' usata per progetti di cooperazione

territoriale. (ANSA).

PUC

01-OTT-10 13:56 NNN