GIORNO RICORDO:ROLLANDIN, RICORDARE NON SIA SEMPLICE ROUTINE

venerdì 10 febbraio 2012


ZCZC2645/SXR OAO27462 R CRO S56 QBKA GIORNO RICORDO:ROLLANDIN, RICORDARE NON SIA SEMPLICE ROUTINE

(ANSA) - AOSTA, 10 FEB - ''Ricordare non puo' diventare un semplice atto di routine, volto ad allontanare dalla nostra coscienza collettiva una verita' scomoda e orrenda''. Questo l'appello del presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, nel suo messaggio diffuso in occasione del Giorno del ricordo. ''La giornata di oggi, in ricordo delle vittime delle foibe, - spiega Rollandin - si lega strettamente alle iniziative dei giorni scorsi in memoria delle vittime e degli internati dei lager nazisti, perche' tutti i caduti a causa della guerra non siano dimenticati e non si debbano mai piu' ripetere gli errori del passato. Ma ricordare semplicemente il passato non e' sufficiente: bisogna affrontare la verita', analizzarla, trarre i dovuti insegnamenti e assumere comportamenti conseguenti''. Secondo il presidente della Regione Valle d'Aosta ''ricordare e' una responsabilita' per tutti e va assunta fino in fondo, perche' da quelle vicende, tanto da Auschwitz quanto dalle foibe, possa scaturire lo stimolo forte verso un'indispensabile crescita intellettuale, etica e morale''. ''Queste vicende, che hanno oggi assunto un significato simbolico ben preciso, - aggiunge ancora Rollandin - non devono essere interpretate qualcosa che non ci riguarda piu'. Il rispetto della vita umana, infatti, rappresenta il piu' alto valore umano e troppo spesso, come la storia insegna, questa semplice verita' e' stata dimenticata. E' accaduto, e puo' accadere ancora. Per questo, ricordare e' oggi un dovere di tutti''. (ANSA).

XGR/FCO 10-FEB-12 13:20 NNN