FEDERALISMO: ERRANI, NORME GOVERNO LO SMENTISCONO

mercoledì 22 febbraio 2012


ZCZC4865/SXA XRR42073 R POL S0A QBXB

   (ANSA) - ROMA, 22 FEB - ''Le ultime norme varate dal governo sembrano smentire ogni volonta' di voler realizzare il federalismo fiscale'': lo ha riferito nel corso dell'audizione del Comitato dei 12 in Commissione Bicamerale per il federalismo il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.    ''La dimostrazione di questa tendenza negativa - ha riferito ancora il leader delle Regioni - e' il provvedimento approvato sulla Tesoreria Unica, che rappresenta un chiaro passo indietro di una decina di anni, che peraltro non produrra' nessun snellimento dei pagamenti ma anzi una ulteriore complicazione''. Le Regioni, ha aggiunto Errani, ''vogliono andare avanti sulla strada intrapresa per la realizzazione del federalismo fiscale, ma purtroppo cio' non sembra possibile''. Serve quindi ''una parola chiara da parte di Parlamento e Governo, che devono essere in grado di indicarci una direzione. Servono meccanismi che consentano l'esercizio delle funzioni delegate, verificando opportunamente le migliori condizioni utili''.    Il federalismo demaniale, ad esempio, ''e' - ha ribadito Errani - allo stato completamente fermo e ormai non esistono ne' white e ne' black list; bisogna inoltre approvare anche un codice delle autonomie che sia in grado di spiegare come cambiera' lo scenario l'articolo 23 del cosiddetto decreto salva-Italia, facendo chiarezza anche sulle funzioni fondamentali, la perequazione e la legge 42, naturalmente - ha concluso - analizzando bene le risorse effettivamente a disposizione''.(ANSA).

     TEO/IMP 22-FEB-12 16:08 NNN