ANSA/ SANITA': PRONTA PIATTAFORMA REGIONI SU NUOVO PATTO SALUTE BALDUZZI A RADIO VATICANA, INSOSTENIBILI NUOVI TAGLI

giovedì 23 febbraio 2012


ZCZC8755/SXA XCI57677 R POL S0A QBXB ANSA/ SANITA': PRONTA PIATTAFORMA REGIONI SU NUOVO PATTO SALUTE BALDUZZI A RADIO VATICANA, INSOSTENIBILI NUOVI TAGLI (di Valentina Roncati) (ANSA) - ROMA, 23 FEB - Le Regioni sono pronte: il nuovo Patto per la Salute 2012-2015 deve essere siglato al piu' presto con il ministero della Sanita'. Oggi, dopo un faccia a faccia tra i governatori durato alcune ore, in seduta 'riservata', i presidenti delle Regioni hanno fatto il punto sulle questioni che il nuovo Patto dovra' affrontare: innanzitutto le cure primarie, con lo sviluppo di forme associative complesse; lo sviluppo delle reti che permettano una maggiore presa in carico dei cittadini, soprattutto con riferimento alla cronicit… e alla non-autosufficienza; una forte integrazione con il sistema socio-sanitario; nuove regole per i piani di rientro delle Regioni in disavanzo per assicurane l'efficacia dal punto di vista della qualit… dei servizi e del governo della spesa; la garanzia di investimenti adeguati per poter sostenere le innovazioni e l'ammodernamento tecnologico delle strutture sanitarie pubbliche. Soprattutto i presidenti sottolineano la necessita' di ''garantire un adeguato finanziamento per assicurare la sostenibilit… dell'attuale sistema pubblico, pregiudicato dalle ultime manovre finanziarie''. ''L'universalit… del servizio sanitario nazionale deve assicurare i livelli essenziali di assistenza (LEA), l'appropriatezza dei servizi resi e la garanzia dei relativi finanziamenti'', ha spiegato il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vasco Errani, secondo il quale questi punti ''sono fondamentali, ma il nostro giudizio sulle manovre che si sono susseguite e' che non si consente di corrispondere pienamente a questi obiettivi''. Giudizio sul quale concordano anche gli altri governatori: ''Siamo ad un punto in cui la sanit… pubblica Š in estrema difficolt…'', ha osservato il presidente della Liguria, Claudio Burlando. ''Il problema rimane la previsione dei tagli che, per le Regioni, non sono sostenibili", gli ha fatto eco il presidente della Basilicata, Vito De Filippo. Lo stesso ministro della Salute, Renato Balduzzi, sembra comunque essere pienamente consapevole del problema. ''Sono insostenibili nuovi tagli alle risorse in Sanit… - ha detto oggi, intervistato da Radio Vaticana - questo e' un sistema di risorse gi… limitate, sotto il quale io non credo che si possa andare, perch‚ altrimenti davvero potrebbero esserci dei problemi per la tenuta del Servizio Sanitario Nazionale". Tra le richieste delle Regioni, quella di prevedere nuove regole per i piani di rientro di quelle in disavanzo sanitario. Nei giorni scorsi il presidente del Lazio, Renata Polverini, aveva sottolineato come il piano di rientro "troppo rigido" ha creato un problema nella gestione dei pronto soccorso degli ospedali. ''Se si va avanti cos tutte le Regioni entreranno in piano di rientro. Ma i servizi sanitari chi li assicurer…?'', si e' chiesto su Facebook il governatore dell'Abruzzo, Giovanni Chiodi. ''Dobbiamo tenere insieme la riorganizzazione della sanita' avendo ben presente la qualita' dei servizi e il governo della spesa. Se non c'e' questa sintesi il problema non viene risolto, anzi viene reso piu' acuto'', ha sottolineato oggi Errani. Il nuovo Patto dovra' affrontare altri due temi fondamentali: il primo e' l'aggiornamento dei Lea, i Livelli essenziali di assistenza: ''l'ultima versione Š composta da circa seimila prestazioni, applicando il criterio dell'appropriatezza e con un lavoro di cesello facciamo uscire quelle oramai obsolete, ma entrano nuove cure per le malattie rare, la tutela della disabilit… e l'epidurale", aveva detto giorni fa il ministro. Il secondo riguarda i ticket. ''Bisogna rivedere il sistema dei ticket e delle esenzioni'', ha piu' volte sostenuto Balduzzi, secondo il quale "bisogner… poi prevedere pi— fasce di reddito calcolate in base alla composizione del nucleo familiare, considerando non solo il numero di componenti ma anche la presenza di anziani o disabili". Per Errani, ''vanno trovati strumenti intelligenti che vadano oltre la dichiarazione dei redditi e tengano presente il numero del nucleo familiare. Soprattutto, non bisogna puntare a fare cassa ma assicurare appropriatezza ed equit…". I primi giorni di marzo le linee di indirizzo messe a punto oggi dalle Regioni saranno confrontate con lo stesso ministro della Salute per cercare di arrivare a siglare il nuovo 'Patto'.(ANSA).

VR 23-FEB-12 19:28 NNN