SANITA':CHIODI, VIA LIBERA DA ROMA, POSSIAMO ABBASSARE TASSE

martedì 13 novembre 2012


ZCZC5548/SXR OAQ62744 R CRO S43 QBXA

   (ANSA) - L'AQUILA, 13 NOV - Per il terzo anno consecutivo il tavolo interministeriale di monitoraggio certifica ''l'ottimo'' stato di salute dei conti abruzzesi in campo sanitario. Lo annuncia il presidente della Regione, Gianni Chiodi, che aggiunge: ''E' il primo importante passo verso quell'operazione di riduzione della leva fiscale regionale in favore di famiglie e imprese. In sostanza, siamo nelle possibilita' tecnica di ridurre le tasse a partire gia' dalla prossima finanziaria regionale in modo da dare respiro, in momento di forte crisi economica, ai cittadini, ai lavoratori e agli imprenditori abruzzesi''.(SEGUE).

     CAA/RST 13-NOV-12 16:40 NNN

ZCZC5732/SXR OAQ62745 R CRO S43 QBXA SANITA':CHIODI, VIA LIBERA DA ROMA, POSSIAMO ABBASSARE TASSE (2)

   (ANSA) - L'AQUILA, 13 NOV - Il tavolo interministeriale ha confermato, come si legge in una nota dell'Ufficio stampa dell'esecutivo d'Abruzzo, numeri alla mano, ''gli effetti positivi di un generale processo di risanamento avviato nel 2009 che partendo dalla sanita', ha portato alla riduzione del debito generale del 25% e alla drastica riduzione dei costi della politica''.    In campo sanitario, il tavolo di monitoraggio ha certificato per il 2011 un risultato rimodulato di 36 milioni 770 mila euro, mentre l'avanzo dell'esercizio 2011 ammonta a 92 milioni 809 mila euro.    ''Questa certificazione positiva sullo stato dei conti - sottolinea Chiodi - e' il primo importante passo verso quell'operazione di riduzione della leva fiscale regionale in favore di famiglie e imprese''. ''Sono felice - prosegue - perche' e' una giornata importante, che premia il lavoro e la costanza di questo governo regionale. Gli abruzzesi pagheranno meno tasse, in un momento in cui ovunque si aumentano; ma soprattutto sono felice perche' il risultato di oggi e' la dimostrazione che anche il Paese puo' farcela e che l'Abruzzo sara' guardato, d'ora in poi, con occhi diversi e gli abruzzesi ne saranno fieri''.    Il via libera certificato dal tavolo di monitoraggio ''necessita - conclude il presidente della Regione - di un passaggio autorizzativo da parte del Governo centrale. Noi abbiamo le carte in regole per portare a compimento una piccola rivoluzione''. (ANSA).

     CAA/RST 13-NOV-12 16:52 NNN