L. STABILITA': ERRANI, RISCHIO DEFAULT REGIONI IN SANITA'

giovedì 29 novembre 2012


ZCZC2903/SX4 XCI32540 R POL S04 QBXI  (V. 'LEGGE STABILITA':ERRANI A MONTI,CI ASCOLTI...' DELLE 12:50)    (ANSA) ROMA, 29 NOV - Sul fronte della sanita', per Errani ''occorre riportare le risorse almeno alla quantita' del 2012, e' la prima volta che si avrebbe un decurtamento ed il rischio concreto e' che tutte le Regioni vadano in default''. Sull' edilizia sanitaria le Regioni chiedono che ''siano immediatamente messe a disposizione le risorse concordate. Chiediamo poi un incontro per i fondi della aree sottoutilizzate, e' un tema decisivo per il Paese e le imprese, e relativamente ai fondi strutturali''.    Non giungere ad un accordo, spiega Errani, ''rappresenterebbe una sconfitta, un passo indietro. Il Ptto per la salute in questi anni ha consentito di governare la spesa sanitaria. Non siamo per fare passi indietro ma per garantire i servizi. Siamo pronti a lavorare per la qualificazione e la riorganizzazione della spesa ma non per mettere a rischio i servizi sanitari''.    Se non arriveranno risposte, soprattutto sul fronte della sanita' e dei trasporti, ''dovra' essere il governo a prendersene la responsabilita'''. Gli emendamenti che le Regioni hanno presentato ''sono pochi ma essenziali per erogare i servizi essenziali ai cittadini. Siamo ad un punto cruciale che va affrontato con reponsabilita'''. (ANSA)

     VR 29-NOV-12 13:02 NNN