CONSULTA. GALLO: CONFLITTI STATO-REGIONI ACUITI DALLA CRISI

martedì 29 gennaio 2013



ZCZC
DIR0127 3 POL  0 RR1 / DIR 

 


(DIRE) Roma, 29 gen. - "A volte certi governi sono riusciti a non
far scoppiare il conflitto, lo hanno prevenuto attraverso
l'attivita' legislativa o lo strumento della Conferenza
Stato-Regioni. A volte, in certi periodi, il contrasto invece
c'e' stato. La mia interpretazione e' che in un momento di crisi
economic-finanziaria in cui lo Stato tende ad essere piu'
centralizzante e' chiaro che ha toccato gli  interessi delle
Regioni ed e' dovuto intervenire. Ma e' normale dialettica". E'
quanto dice il nuovo  presidente della Corte Costituzionale,
Franco Gallo, durante la conferenza al termine della sua
elezione, rispondendo a una domanda sull'acuirsi dei conflitti,
negli ultimi tempi, tra il governo e le Regioni. 
   Il presidente della Consulta sottolinea che nel 2012 sono
stati 197 i contenziosi con un aumento del 3 per cento rispetto
all'anno precedente. Poi aggiunge: "Nei prossimi mesi ci
esprimeremo su questioni molto interessanti, penso al caso delle
Province, al fallimento di alcune Regioni, ai decreti di
attuazione della Legge 42" ossia quella sul federalismo fiscale.

  (Mar/ Dire)
12:26 29-01-13

NNNN


NNNN