LOMBARDIA: GIUNTA DELIBERA ZONE ECONOMICHE SPECIALI SU MODELLO CALABRIA

venerdì 21 febbraio 2014


 

ZCZC IPN 389 POL --/T LOMBARDIA: GIUNTA DELIBERA ZONE ECONOMICHE SPECIALI SU MODELLO CALABRIA MILANO (ITALPRESS) - Istituzione di Zone Economiche Speciali (ZES). E' la proposta di legge, disegnata sul modello di quella della Regione Calabria per la piana di Gioia Tauro, deliberata, oggi, dalla Giunta lombarda, per agevolare le imprese nelle zone di confine con la Svizzera, che, attualmente, sono 76.107. La nuova misura prevede l'esenzione, per le nuove imprese, dalle imposte sui redditi, per i primi 8 periodi d'imposta; dall'Irap, per i primi 5 periodi; dall'Imu e Tarsu e riduzione del 50% dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, per i primi 5 anni. Le aziende pre-esistenti usufruiranno di uno sconto su IRAP del 50%, esenzione da Iva e dazi. E riduzione dei contributi a carico. Import, Export, consumo e circolazione dei prodotti lavorati ed esportati attraverso la free zone godranno di esenzione completa da imposte doganali e Iva. Ci sono, pero', delle condizioni: le nuove imprese dovranno rimanere in attivita' per 5 anni, il 90% del personale deve essere lombardo, i benefici saranno riconosciuti fino al 40% del fatturato. La proposta della Giunta lombarda passera' al vaglio del Consiglio regionale, "perche' l'approvi rapidamente e la mandi in Parlamento", per "agganciarla a quella, attualmente, in discussione, in Parlamento e che ha gia' avuto pareri favorevoli dalla Commissione parlamentare Attivita' produttive", spiega Maroni durante la conferenza stampa del dopo Giunta, a Palazzo Lombardia, a Milano. (ITALPRESS). cer/pc/red 21-Feb-14 16:03 NNNN

NNNN