DATI OCSE - 25.11.2014

martedì 25 novembre 2014


ZCZC ADN0223 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **FLASH -PIL: OCSE, IN ITALIA NEL 2014 A -0,4%, +0,2% NEL 2015- FLASH** =

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:30

NNNN = Ocse: Pil Italia -0,4% nel 2014, nel 2015 'solo' +0,2% = ZCZC AGI0155 5 ECO 0 R01 /

== Ocse: Pil Italia -0,4% nel 2014, nel 2015 'solo' +0,2% = (AGI) - Roma, 25 nov. - Il Pil dell'Italia nel 2014, dopo la contrazione dell'1,9% del 2013, calera' ancoradello 0,4% per poi tornare positivo nel 2015, ma di appena lo 0,2%. Sono le previsioni contenute nell'ultimo Outlook dell'Ocse. Nel 2016, invece, la crescita dovrebbe consolidarsi all'1%. In negativo il quarto trimestre di quest'anno (-0,5%). Si tratta di una revisione al ribasso rispetto alle stime contenute nell'Outlook precedente dove l'Ocse aveva previsto una crescita dell'economia italiana pari allo 0,5% nel 2014 e all'1,1% nel 2015. (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: disoccupazione Italia al 12,4% nel 2014, 12,3% nel 2015  = ZCZC AGI0156 4 ECO 0 R01 /

== Ocse: disoccupazione Italia al 12,4% nel 2014, 12,3% nel 2015  = (AGI) - Roma, 25 nov. - In Italia il tasso di disoccupazione salira' ancora nel 2014, toccando il 12,4% dal 12,2% del 2013, e comincera' a scendere lievemente solo l'anno prossimo quando arretrera' al 12,3%. E' la stima dell'Ocse contenuta nell'Outlook semestrale. L'andamento ribassista proseguira' anche nel 2016 quando si attestera' al 12,1%. Rispetto al precedente rapporto la previsione sull'andamento del tasso di disoccupazione e' migliore. Allora infatti l'organizzazione di Parigi aveva previsto il 12,8% quest'anno e il 12,5% nel 2015. (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: inflazione Eurozona +0,5% nel 2014, +0,6% nel 2015  = ZCZC AGI0157 3 ECO 0 R01 /

== Ocse: inflazione Eurozona +0,5% nel 2014, +0,6% nel 2015  = (AGI) - Roma, 25 nov. - Lo spettro della deflazione si aggira ancora per l'Europa e per i prossimi due anni continuera' a disturbare il sonno del presidente della Bce, Mario Draghi. E' quanto prevede L'Ocse nell'Outlook semestrale. In particolare, nell'Eurozona l'inflazione quest'anno si attestera' allo 0,5% per poi aumentare lievemente nel 2015 allo 0,6% (1% nel 2016). Ben lontano dal "poco sotto la soglia del 2%" auspicato dalla Bce. L'Italia sara' in deflazione nel quarto trimestre di quest'anno (-0,2%) mentre chiudera' il 2014 con uno 0,1% per poi arretrare allo 0% nel 2015 e risollevarsi allo 0,6% nel 2016. Diversi Paesi dell'Eurozona chiuderanno il 2014 con un indice dei prezzi al consumo negativo: si tratta di Grecia (-1%), Portogallo (-0,2%) e Spagna (-0,1%). (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: in Italia consumi in lieve ripresa, +0,2% nel 2014  = ZCZC AGI0158 3 ECO 0 R01 /

== Ocse: in Italia consumi in lieve ripresa, +0,2% nel 2014  = (AGI) - Roma, 25 nov. - L'effetto 'bonus 80 euro' c'e' ma ha influito in modo lieve sui consumi degli italiani che nel 2014 cresceranno dello 0,2% (-2,8% nel 2013 e -4% nel 2012). E' la previsione contenuta nell'ultimo Outlook dell'Ocse. Aumento lieve anche negli anni a venire: 0,3% nel 2015 e 0,5% nel 2016. Andamento ben piu' robusto nell'area Ocse dove, quest'anno, i consumi cresceranno dell'1,5% (2,2% nel 2015 e 2,4% nel 2016) e nell'Eurozona (0,7% nel 2014, 1% nel 2015 e 1,3% nel 2016). (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: bene rinvio pareggio bilancio Italia ma fare riforme  = ZCZC AGI0159 3 ECO 0 R01 /

== Ocse: bene rinvio pareggio bilancio Italia ma fare riforme  = (AGI) - Roma, 25 nov. - L'Ocse condivide la scelta del governo italiano di rinviare il pareggio di bilancio al 2017 ma incalza l'esecutivo affinche' spinga l'acceleratore delle riforme. "Per supportare la crescita economica - si legge nell'ultimo Outlook - il governo ha, in modo appropriato, ritardato il consolidamento fiscale e ha completato alcune tappe del suo esauriente programma di riforme strutturali. Tale programma, insieme all'effettiva realizzazione delle precedenti riforme, deve essere perseguito con determinazione affinche' una crescita piu' forte sia anche piu' sostenibile. L'alto debito pubblico infatti mette" l'Italia in una posizione di "significativa vulnerabilita' ma la crescita dovrebbe aumentare le entrate fiscali che dovrebbero essere interamente convogliate alla riduzione del deficit". (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: in Italia ripresa da meta' 2015 trainata da export  = ZCZC AGI0160 3 ECO 0 R01 /

== Ocse: in Italia ripresa da meta' 2015 trainata da export  = (AGI) - Roma, 25 nov. - Dopo una contrazione durata per quasi tutto il 2014, l'economia italiana dovrebbe tornare a crescere entro la meta' del 2015 e accelerare un po' di piu' nel 2016. Il supporto della politica monetaria della Bce, scrive l'Ocse nell'Outlook di autunno, "dovrebbe facilitare le condizioni finanziarie e facilitare una ripresa del credito bancario, che dovrebbe aumentare gli investimenti. A trainare la crescita dovrebbe essere l'export. L'impatto complessivo della politica fiscale sara' inferiore nel 2015, dove i tagli fiscali saranno compensati da riduzione di spesa. La disoccupazione comincera' a diminuire nel 2016, anche se e' destinata a restare ad alti livelli, mentre i salari sembrano destinati a restare modesti". (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN = Ocse: riforma lavoro sosterra' ripresa investimenti  = ZCZC AGI0161 3 ECO 0 R01 /

== Ocse: riforma lavoro sosterra' ripresa investimenti  = (AGI) - Roma, 25 nov. - Il Jobs Act favorira' la ripresa degli investimenti. Lo sostiene l'Ocse nell'Outlook d'autunno. "Una riuscita riforma del mercato del lavoro, la riduzione del cuneo fiscale sul lavoro e un migliore trattamento fiscale del capitale dovrebbe sostenere la crescita degli investimenti", si legge nel rapporto. (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN ZCZC ADN0224 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **FLASH -LAVORO: OCSE, IN ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 12,4% IN 2014, AL 12,3% IN 2015- FLASH** =

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:30

NNNN ZCZC2004/SXA OPR56226 B ECO S0A QBXB ++ Ocse: Italia tornerà a crescere nel 2015, Pil +0,2% ++ Nel 2016 stima a +1%    (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - Dopo la contrazione del 2014, l'economia italiana "dovrebbe tornare alla crescita per la metà del 2015, e accelerare un po' nel 2016". Lo afferma l'Ocse, stimando che il Pil dell'Italia, dopo il -0,4% del 2014, crescerà dello 0,2% e dell'1% nel 2016. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2009/SXA OPR56220 B ECO S0A QBXB ++ Ocse: debito Italia ancora su, a 132,8% Pil nel 2015 ++ In crescita anche nel 2016 al 133,6%; elemento vulnerabilità    (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - Il debito pubblico dell'Italia continuerà a crescere nei prossimi due anni, passando dal 130,6% del Pil nel 2014 al 132,8% nel 2016 e al 133,5% nel 2016. Lo stima l'Ocse nel suo Economic Outlook, sottolineando che il livello elevato del debito "costituisce una vulnerabilità significativa" per il nostro Paese. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2020/SXA OPR56085 B ECO S0A QBXB ++ Ocse: Italia avanzi con riforme, primi passi positivi ++

   (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - Il programma di riforme del governo italiano "dev'essere portato avanti con determinazione, insieme all'efficace implementazione delle riforme precedenti, affinché la crescita più forte sia sostenibile". Così l'Ocse, che giudica "adeguato" il rinvio di una nuova stretta sui conti e dà parere positivo sui "passi iniziali" dell'Italia in materia di riforme.

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2017/SXA OPR56285 B ECO S0A QBXB ++ Ocse: disoccupazione Italia giù da 2016, ma sopra 12% ++ Tasso 2015 a 12,3%, nel 2016 a 12,1%; aumenti salariali modesti    (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - In Italia, "la disoccupazione comincerà a diminuire nel 2016, ma resterà a livelli elevati, mentre gli aumenti dei salari sembrano destinati a rimanere modesti". Lo prevede l'Ocse nel suo Economic Outlook, in cui stima un tasso di senza lavoro al 12,4% nel 2014, 12,3% nel 2015 e 12,1% nel 2016. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN = Ocse: Pil area 2014 aumenta all'1,8%, Usa stabili vola Gb  = ZCZC AGI0162 2 ECO 0 R01 /

== Ocse: Pil area 2014 aumenta all'1,8%, Usa stabili vola Gb  = (AGI) - Roma, 25 nov. - Il Pil dell'area Ocse aumentera' nel 2014 dell'1,8% rispetto all'1,4% del 2013. Lo sottolinea l'Outlook dell'Ocse da cui emerge che nel 2015 la crescita sara' del 2,3% e nel 2016 del 2,6%. Rispetto alle previsioni di primavera tuttavia l'organizzazione ha tagliato le sue stime (2,2% quest'anno, 2,8% nel 2015). Il prodotto interno lordo dell'Eurozona sara' dello 0,8% nel 2014 per poi aumentare dell'1,1% nel 2015 e dell'1,7% nel 2016. Gli Stati Uniti si confermano in buona salute confermando quest'anno un +2,2% (come l'anno scorso, +3,1% nel 2015 e +3% nel 2016). Vola invece l'economia britannica (+3% quest'anno dall'1,7% del 2013 per poi rallentare nel 2015 al 2,7% e nel 2016 al 2,5%) mentre avanza, anche se in misura minore, quella tedesca (+1,5% quest'anno dallo 0,2% del 2013, +1,1% nel 2015 e +1,8% nel 2016). Andamento piu' moderato per il Pil francese (+0,4% quest'anno come nel 2013, +0,8% nel 2015 e +1,5% nel 2016). Dopo gli anni bui, volano le economie dei cosiddetti Pigs (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna): Lisbona +0,8% quest'anno dal -1,4% del 2013, +1,3% nel 2015, +1,5% nel 2016; Dublino +4,3% quest'anno dallo 0,2% del 2013, +3,3% nel 2015, +3,2% nel 2016; Atene +0,8% quest'anno dal -4% del 2013, +2,3% nel 2015, +3,3% nel 2016; Madrid +1,3% quest'anno dal -1,2% del 2013, +1,7% nel 2015, +1,9% nel 2016. In rallentamento invece l'economia cinese che quest'anno chiudera' con un Pil in crescita del 7,3% per poi rallentare al 7,1% nel 2015 e al 6,9% nel 2016. (AGI) Gin 251130 NOV 14

NNNN ZCZC ADN0225 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **PIL: OCSE, IN ITALIA TORNERA' A CRESCERE ENTRO META' 2015** =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - Dopo aver registrato una contrazione per la maggior parte del 2014, l'economia italiana dovrebbe "tornare a crescere entro la metà del 2015 e accelerare un po' di più nel 2016". E' quanto stima l'Ocse che oggi ha presentato il suo Economic Outlook.

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:30

NNNN ZCZC2030/SXA OPR56378 U ECO S0A QBXB Ocse:eurozona rischia lunga stagnazione,agire con ogni mezzo

   (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - Se la domanda non riparte, "alcune economie, e in particolare l'eurozona, potrebbero restare bloccate in una stagnazione persistente". Lo scrive l'Ocse nel suo Economic Outlook, aggiungendo che "in questo contesto, è essenziale che siano utilizzate tutte le leve macroeconomiche e di politica strutturale per offrire alla crescita il maggior supporto possibile". (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2027/SXA OPR55770 B ECO S0A QBXB ++ Ocse:ok rallentamento riassetto conti Italia e Francia ++ Maggiore possibilità rilancio attività economica    (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - "Il ritmo di riassetto strutturale dei conti più lento rispetto agli impegni precedenti proposto da Francia e Italia nelle loro leggi di bilancio 2015 pare appropriato", perché "può dare alle riforme strutturali già concordate e alle politiche monetarie accomodanti una possibilità di rilanciare l'attività economica". Lo scrive l'Ocse nel suo Economic Outlook. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2033/SXA OPR56388 U ECO S0A QBXB Ocse: eurozona, pericolo deflazione se crescita non riparte

   (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - "L'area euro è a rischio deflazione se la crescita stagna o le aspettative sull'inflazione scendono ulteriormente". Lo scrive l'Ocse nel suo Economic Outlook, che per l'unione monetaria prevede un'inflazione allo 0,5% nel 2014, 0,6% nel 2015 e 1% nel 2016. In generale, dice l'organizzazione, nei prossimi due anni in tutte le economie avanzate l'inflazione "resterà probabilmente al di sotto degli obiettivi" anche a causa del calo dei prezzi del petrolio e delle materie prime alimentari. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC ADN0226 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **LAVORO: OCSE, CALO DISOCCUPAZIONE DA 2016, MA RESTERA' MOLTO ALTA** =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - "La disoccupazione inizierà a scendere nel 2016, ma è previsto che rimanga a livelli molto alti" e la crescita dei salari "modesta". Lo rileva l'Ocse.

      (Cim/AdnKronos) 25-NOV-14 11:30

NNNN ZCZC2046/SXA OPR56740 R ECO S0A QBXB Ocse: Italia tornerà a crescere nel 2015, Pil +0,2% (2)

   (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - In particolare, spiega l'Ocse, "il supporto della politica monetaria della Bce dovrebbe migliorare le condizioni finanziarie e facilitare una risalita dei prestiti bancari, che dovrebbe aumentare gli investimenti". Secondo l'organizzazione parigina, gli investimenti lordi, calati del 2,7% su base annua nel 2014, cresceranno dello 0,1% nel 2015 e del 2% nel 2016.    Inoltre, scrive sempre l'Ocse, un contributo a una crescita più forte arriverà anche dalla "rivitalizzazione prevista per il mercato dell'export italiano", con un +1,7% nel 2014, +2,7% nel 2015 e +4,6% nel 2016 per le esportazioni lorde, e rispettivamente +0,1%, +0,2% e +0,5% per quelle nette. Resterà invece limitata la ripresa dei consumi privati, che cresceranno dello 0,3% nel 2015 e dello 0,5% nel 2016. L'insieme della domanda interna, che quest'anno è calata dello 0,4%, sarà stabile nel 2015 e crescerà dello 0,6% nel 2016. (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC2042/SXA OPR56455 R ECO S0A QBXB Ocse:eurozona rischia lunga stagnazione,agire con ogni mezzo (2)

   (ANSA) - PARIGI, 25 NOV - La "trappola" in cui rischia di cadere l'eurozona, spiega l'Ocse, è una sorta di circolo vizioso: "la domanda deficitaria dovuta all'insufficiente stimolo da parte delle politiche mina la crescita potenziale, che a sua volta indebolisce ulteriormente la domanda aggregata".    Più in generale, scrive ancora l'organizzazione, "nell'area eruo la ripresa rimane debole, la fiducia è calata e le pressioni deflazionistiche restano elevate. Una politica monetaria sempre più accomodante, il rallentamento del riassetto fiscale, il deprezzamento del tasso di cambio dell'euro e i prezzi del petrolio più bassi dovrebbero tutti aiutare a stimolare l'attività, ma è improbabile che la ripresa riprenda slancio prima del 2015 inoltrato".    Per questo, all'unione monetaria servono interventi sia sul fronte monetario che su quello strutturale. Da un lato, sempre secondo l'Ocse, "servono ulteriori misure non convenzionali per mantenere i tassi d'interesse a lungo termine bassi e aumentare le aspettative sull'inflazione, e così aiutare a raggiungere l'obiettivo di inflazione e sostenere l'economia".    I governi nazionali, dal canto loro, "devono, nell'ambito delle regole di bilancio dell'Ue, rallentare il consolidamento fiscale strutturale rispetto ai piani precedenti, per ridurre il freno alla crescita e consentire agli stabilizzatori automatici di operare liberamente". (ANSA)

     Z13 25-NOV-14 11:30 NNN ZCZC ADN0228 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      PIL: OCSE, NEL 2014 IN ITALIA A -0,4%, +0,2% NEL 2015 =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - Dopo -1,9% nel 2013, l'Italia dovrebbe registrare nel 2014 un pil in calo dello 0,4%. Nel 2015 il pil tornare a crescere dello 0,2% per poi raggiungere +1% nel 2016. Lo rende noto l'Ocse che oggi ha presentato il suo Economic Outlook.

      Nel quarto trimestre il pil dell'Italia dovrebbe registrare un calo dello 0,5% rispetto al quarto trimestre del 2013. Nel quarto trimestre del 2015 e del 2016 dovrebbe registrare una progressione, rispettivamente, dello 0,8% e dell'1,1%.

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:33

NNNN ZCZC ADN0229 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **CONTI PUBBLICI: OCSE, BENE RINVIO PAREGGIO MA DETERMINAZIONE SU RIFORME** =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - "Per sostenere la crescita economica, il governo ha appropriatamente ritardato il consolidamento fiscale ed ha completato alcuni passaggi iniziali del suo ampio programma di riforme strutturali". Lo afferma l'Ocse, sottolineando che "questo programma, accanto all'effettiva attuazione delle riforme già varate, va perseguito con determinazione per una crescita sostenibile più forte".

      (Cim/AdnKronos) 25-NOV-14 11:33

NNNN ZCZC ADN0230 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      PIL: OCSE, IN ITALIA TORNERA' A CRESCERE ENTRO META' 2015 (2) =

      (AdnKronos) - La recessione iniziata nel 2011, rileva l'Ocse, "è proseguita per gran parte del 2014". L'economia "depressa", insieme al calo dei prezzi dell'energia e delle materie prime, "hanno contribuito ad un continuo declino dell'inflazione che è stata vicino allo zero da metà 2014". L'occupazione, sottolinea l'organizzazione internazionale, "è stata sostanzialmente stabile da fine del 2013, anche se ad un livello depresso, e il tasso di disoccupazione è rimasto alto". La debole crescita della produttività "non è sufficiente per generare alcun miglioramento significativo della competitività".

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:33

NNNN ZCZC ADN0231 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **CONTI PUBBLICI: OCSE, DEFICIT/PIL ITALIA AL 3% IN 2014 E AL 2,8% 2015** =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - L'Italia chiuderà il 2014 con un rapporto deficit-pil al 3%; nel 2015 scenderà al 2,8% e nel 2016 al 2,1%. E' quanto si legge nelle stime dell'Ocse.

      (Cim/AdnKronos) 25-NOV-14 11:33

NNNN ZCZC ADN0232 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      **CONTI PUBBLICI: OCSE, ENTRATE FISCALI DA DESTINARE A TAGLIO DEFICIT** =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - "Con un miglioramento della crescita" l'Italia "dovrebbe destinare le maggiori entrate fiscali interamente alla riduzione del deficit". Lo afferma l'Ocse.

      (Cim/AdnKronos) 25-NOV-14 11:34

NNNN ZCZC ADN0233 7 ECO 0 ADN ECO NAZ

      LAVORO: OCSE, IN ITALIA DISOCCUPAZIONE SALE AL 12,4% IN 2014, 12,3% IN 2015 =

      Roma, 25 nov. (AdnKronos) - Il tasso di disoccupazione in Italia dovrebbe salire nel 2014 al 12,4% dal 12,2% del 2013. Nel 2015, invece, dovrebbe scendere al 12,3% e nel 2016 al 12,1%. E' quanto stima l'Ocse nell'Economica Outlook diffuso oggi.

      (Eca/AdnKronos) 25-NOV-14 11:34

NNNN