(ER) PA. CORTE CONTI: IN 4 ANNI ESCALATION DI REATI DI FUNZIONARI

giovedì 26 febbraio 2015



ZCZC
DIR0315 3 REG  0 RR1 / BOL 


E' SCONTRO CON REGIONE SU SPESE GRUPPI, MA PILATO: SI VA AVANTI

(DIRE) Bologna, 26 feb. - E' un aumento costante: anno dopo anno,
dal 2009 a oggi, in Emilia-Romagna le denunce di reati commessi
da amministratori e dipendenti pubblici ai danni delle casse
pubbliche sono sempre andate aumentando. Il dato e' stato
sottolineato oggi dal procuratore regionale della Corte dei conti
dell'Emilia-Romagna, Salvatore Pilato, che lo ha messo in rilievo
nella relazione pronunciata oggi all'inaugurazione dell'anno
giudiziario della Corte dei conti.
   Dal 2013 al 2014 l'aumento percentuale e' "lieve", osserva
Pilato, dal momento che le istruttorie riguardanti reati commessi
da amministratori e dipendenti pubblici ai danni della Pa sono
aumentate da 84 a 91, ma se si guardano gli ultimi quattro anni
(e anche qualcuno in piu') si registra "un palese incremento
percetuale progressivo". Le istruttorie della Procura regionale
della Corte dei conti, infatti, sono state 14 nel 2009, 43 nel
2010, 67 nel 2011, 88 nel 2012, 84 nel 2013 e 91, appunto, nel
2014. Tra le tematiche che hanno maggioramente assorbito le
energie dei magistrati della Procura regionale ci sono "le
societa' pubbliche, le frodi e irregolarita' comunitarie", spiega
Pilato al termine della cerimonia, ma anche la "gestione delle
spese dei gruppi consiliari", filone su cui "si sono avute le
prime risposte". La Procura regionale ha infatti citato a
giudizio 42 consiglieri regionali relativamente alle spese del
2012, chiedendo anche il sequestro conservativo, per gli otto
capigruppo, di beni immobili e indennita' per una somma
complessiva di 1,2 milioni di euro. Tra i destinatari della
citazione a giudizio c'e' anche l'attuale presidente della
Regione, Stefano Bonaccini (uscito invece dall'inchiesta penale),
a cui sono contestate spese illecite per poco piu' di 3.000
euro.(SEGUE)
  (Rer/ Dire)
15:45 26-02-15

NNNN


NNNN


ZCZC
DIR0316 3 REG  0 RR1 / BOL 

(ER) PA. CORTE CONTI: IN 4 ANNI ESCALATION DI REATI DI FUNZIONARI -2-


(DIRE) Bologna, 26 feb. - Sulle spese dei gruppi di viale Aldo
Moro e' peraltro in corso un braccio di ferro tra la Procura
regionale della Corte dei conti e la Giunta Bonaccini, che la
settimana scorsa si e' rivolta alla Corte costituzionale
sollevando un problema di conflitto di attribuzione e sostenendo
che gli atti di citazioni della Procura sono "lesivi
dell'autonomia del Consiglio regionale". Su questo, oggi Pilato
afferma: "Attendiamo la fissazione dell'udienza davanti alla
Corte costituzionale". Per la Procura, pero', si tratta di
"attivita' svolte" che hanno avuto "un esito", ragion per cui "i
giudizi sono gia' stati calendarizzati per l'anno 2015". Insomma,
i magistrati hanno gia' segnato in agenda il giorno del processo:
il 7 ottobre. "L'anno 2015 sara' il momento di verifica delle
scelte di accertamento istruttorio operate dalla Procura
regionale- conclude Pilato- e prosecuzione di questi
accertamenti".
   Le indagini sulle spese dei gruppi, osserva ancora il
procuratore regionale della Corte dei conti, sono il frutto degli
"speciali strumenti di controllo" previsti dal legislatore nel
2012. "Gli efffetti sono questi", dice Pilato, che a proposito
della questione delle spese illecite dei gruppi consiliari
aggiunge: "La prospettiva e' quella di un forte autocontrollo da
parte delle assemble elettive", dato che il fenomeno "si sta
riscontrando in tutto il territorio nazionale. Al di la' del
conflitto di attribuzione- conclude il procuratore- l'esigenza di
fondo e' fondata e razionale, e credo sia condivisa con
l'assemblea regionale".
  (Rer/ Dire)
15:45 26-02-15

NNNN


NNNN