Controllo della spesa per incarichi di consulenza, studio, ricerca: Sentenza 43/2016 Corte Costituzionale

venerdì 4 marzo 2016


Corte Costituzionale

 

Pubblicata sul sito la Sentenza n. 43/2016 del 10 febbraio 2016, depositata il 3 marzo 2016

 

Norme impugnate: Artt. 14, c. 1°, 2° e 4° ter, e 15, c. 1°, del decreto legge 24/04/2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dall'art. 1, c. 1°, della legge del 23/06/2014 n. 89.

 

Oggetto:  Bilancio e contabilità pubblica - Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale - Controllo della spesa per incarichi di consulenza, studio e ricerca e per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa - Previsione che le Regioni non possono conferire incarichi di consulenza, studio e ricerca quando la spesa sostenuta nell'anno per gli incarichi sia superiore ad una certa percentuale della propria spesa per il personale, come risultante dal conto annuale del 2012, pari al 4,2 per cento per le amministrazioni con spesa pari o inferiore a 5 milioni di euro, e all'1,4 per cento per le amministrazioni con spesa di personale superiore a 5 milioni di euro - Previsione, riguardo ai contratti di collaborazione coordinata e continuativa, dello stesso meccanismo di riduzione della spesa quando la spesa complessiva per tali contratti sia superiore rispetto alla spesa del personale, come risultante dal conto annuale del 2012, al 4,5 per cento per le amministrazioni con spesa pari o inferiore a 5 milioni di euro, e all'1,1 per cento per le amministrazioni con spesa di personale superiore a 5 milioni di euro - Previsione, per le Regioni e per le Province autonome di Trento e di Bolzano (oltre che per Province, Città metropolitane e Comuni), della facoltà di rimodulare o adottare misure alternative di contenimento della spesa corrente, al fine di conseguire risparmi comunque non inferiori a quelli derivanti dall'applicazione dei commi 1 e 2. Spesa per autovetture - Previsione che le Regioni non possono effettuare spese di ammontare superiore al 30 per cento della spesa sostenuta nell'anno 2011 per l'acquisto, la manutenzione, il noleggio e l'esercizio di autovetture nonché per l'acquisto di buoni taxi. Bilancio e contabilità pubblica - Controllo della spesa per incarichi di consulenza, studio e ricerca e per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa - Previsione, dall'anno 2014, di tetti massimi di spesa al conferimento degli incarichi e alla stipula dei contratti, determinati in termini percentuali rispetto alla spesa di ciascuna amministrazione per il proprio personale dipendente, come risultante dal conto annuale del 2012 - Previsione, per le autonomie territoriali, della facoltà di rimodulare o adottare misure alternative di contenimento della spesa corrente, al fine di conseguire risparmi comunque non inferiori a quelli derivanti dall'applicazione dei tetti..

 

Dispositivo:  illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - inammissibilità - estinzione del processo

 

pronuncia_43_2016-Incarichi_consulenza_studio_ricerca-Veneto_PATrento.pdf