Italia-Cina: Marini (Umbria), azioni coordinate per fare sistema

lunedì 4 aprile 2016



ZCZC
AGI0127 3 EST 0 R01 /


(AGI) - Perugia, 4 apr. - Le Regioni sono il motore della
internazionalizzazione, ma a patto di svolgere "un'azione
coordinata con il sistema Paese, recuperando la storia delle
realta' produttive locali e condividendo le priorita'",
affinche' beneficino di tutte le opportunita' che l'Italia puo'
cogliere con la Cina. E' questo l'indirizzo espresso dal
presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in apertura
dei "China Days" oggi a Perugia. Una iniziativa che l'Umbria
replica per il secondo anno e che si allarga in questa edizione
anche a Terni, con la tornata di domani focalizzata sul
turismo.
    La giornata di oggi e' dedicata al confronto sul ruolo
delle Regioni italiane in Cina, motore dell'azione di sistema
Italia e della cooperazione territoriale tra i due Paesi.
Numerose le esperienze gia' maturate in questi anni o in
ulteriore sviluppo in Umbria, con scambi nei settori della
tecnologia, dell'agroalimentare, delle eccellenze culturali
nonche' partnership con le piu' importanti aree territoriali
della Cina. Catiuscia Marini ne ha ricordate molte,
sottolineando la necessita' di sinergie con Ministeri,
ambasciate e con l'Ice che hanno consentito anche alle piccole
imprese umbre di accedere al mercato cinese. (AGI)
Fra
041144 APR 16

NNNN