+T -T


Salute: fondo per cura ludopatie, 50 mln in aggiunta a SSN

martedì 17 maggio 2016


ZCZC6607/SXB
XSP23752_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB

Incontro Osservatorio, associazioni plaudono scelta prevenzione
   (ANSA) - ROMA, 17 MAG - Il ministero della Salute predisporrà
un decreto nel quale la somma del fondo di 50 milioni di euro
per la cura delle ludopatie (già indicato nella legge di
Stabilità), ''verrà distribuita alle Regioni, non in
sostituzione o in accumulo ai fondi del Servizio Sanitario
Nazionale, ma quali provvidenze per le azioni di prevenzione che
il più delle volte, negli anni, non hanno ricevuto fondi ad
hoc".
   "Siamo soddisfatti dell'esito della riunione
dell'Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco
d'azzardo e il fenomeno della dipendenza grave che si è tenuta
ieri al ministero della Salute. Durante l'incontro infatti è
stato deciso che una parte dei fondi dovranno essere impiegati
per sensibilizzare il mondo della scuola e della famiglia", ha
reso noto Fabrizio Azzolini, Presidente nazionale dell'Age,
Associazione Italiana genitori.
   "Come Associazione - continua il presidente -  insieme al
Moige, siamo certi che prevenire sia meglio che curare. Con
questa stessa convinzione, ci siamo disposti presso
l'Osservatorio. Non avremmo mai accettato che la maggior parte
dei fondi andasse al comparto farmaceutico per la cura della
ludopatia perché crediamo fermamente che sia più importante
sensibilizzare la famiglia e la scuola, in prima linea per
affrontare il fenomeno del gioco, attraverso progetti studiati e
realizzati a livello locale con le Regioni, in virtù di quel
Patto di Corresponsabilità educativa che è alla base e
fondamento della nostra società".
   "Insieme ad Antonio Affinita, Segretario Generale Moige,
siamo profondamente soddisfatti per quanto ottenuto - prosegue -
e ringraziamo il Presidente dell'Osservatorio, il dottor Ranieri
Guerra, per la sapiente gestione della riunione ed il ministro
della Salute, Beatrice Lorenzin, per aver accettato di
individuare nella prevenzione, iniziando dalla scuola e dalla
famiglia, al contrasto ed alla diffusione del gioco d'azzardo e
del fenomeno della dipendenza grave". (ANSA).

     BR
17-MAG-16 19:05 NNN