+T -T


Banda ultralarga: in Puglia copertura unita' immobiliari al 4,9%

martedì 8 agosto 2017


ZCZC
AGI0029 3 ECO 0 R01 /


(AGI) - Bari, 8 ago.- In Puglia, ad oggi, la copertura della rete a
banda ultralarga, con velocita' di trasmissione fino a 30 Mbps,
comprende il 79 % delle unita' immobiliari e un totale di 258 comuni,
mentre i 100 Mbps raggiungono al momento il 4,9 % delle unita'
immobiliari. Il dato relativo ai 100 Mps, superiore alla media
nazionale che e' di 4,4%, fanno della Puglia "una delle regioni
italiane piu' all'avanguardia" sotto il profilo della disponibilita'
e della diffusione di tecnologie avanzate di connessione, sostiene
l'assessore regionale Loredana Capone,ribadendo come la banda
ultralarga costituisca una fondamentale opportunita' di sviluppo.
L'obiettivo del governo italiano, che il 3 Marzo 2015, in coerenza
con l'Agenda Europea 2020, ha approvato la strategia per la banda
ultralarga, e' quello di coprire, entro la seconda decade del 2000,
l'85% della popolazione con infrastrutture in grado di veicolare
servizi a velocita' pari e superiori a 100 Mbps. Tutto cio'
garantendo al contempo al 100% dei cittadini l'accesso alla rete
internet ad almeno 30 Mbps. "Di fatto, fino al 2017, la strategia e'
stata quella di realizzare reti fino a 30 Mb, quindi, noi abbiamo
potuto fare progetti per questa velocita', tenendo conto che appalto
e capitolato per la banda ultralarga lo fa Infratel, mentre Telecom
e' stata l'aggiudicataria", sottolinea ancora Loredana Capone, che
nel precedente governo regionale, nella sua veste di assessore allo
Sviluppo economico, ha avuto un ruolo di primo piano nella
programmazione della rete pugliese in fibra ottica. Negli anni
scorsi, infatti, la Regione Puglia ha varato un apposito bando
investendo 63 milioni di euro per realizzare una rete moderna e
capillare. L'investimento e' stato integrato da Telecom fino ad un
importo complessivo di 95 milioni di euro. Il piano prevedeva la
copertura di 149 Comuni e 43 aree industriali.(AGI)
Le2 (Segue)
080916 AGO 17

NNNN
ZCZC
AGI0030 3 ECO 0 R01 /

Banda ultralarga: in Puglia copertura unita' immobiliari al 4,9% (2)=
(AGI) - Bari, 8 ago.- A complemento di questo intervento se ne
e' attivato un secondo a favore dei comuni piu' piccoli,
interamente finanziato dal FEASR 2007-2013, ed affidato ad
Infratel per la copertura di 93 municipalita' rurali.
"Abbiamo utilizzato i fondi europei - spiega Loredana
Capone - per infrastrutturare con una rete fino a 30 Mb la
regione che era fortemente scoperta, ma oggi siamo riusciti a
convincere il governo che, con i nuovi appalti, conviene
puntare subito ai 100 Mb. Ci sono altri 80 milioni di euro che
devono essere usati per appalti con cui si realizzeranno le
nuove reti fino a 100 Mb. Nella fascia dei comuni interessati
ci sono quelli con meno di 5mila abitanti che, secondo le
regole stabilite dallo Stato, finora non hanno beneficiato
degli interventi. Ma adesso i piccoli comuni avranno i 100 Mb.
I lavori inizieranno dopo che lo Stato fara' il nuovo appalto".
Dalla mappa aggiornata consultabile sul portale web
istituzionale (http://bandaultralarga.italia.it/) si evince che
le aree ancora non raggiunte dalla fibra ottica in Puglia sono
in prevalenza quelle del Salento sud orientale, il sub
appennino Dauno e alcune zone del Gargano. La copertura e' a
zero nei comuni salentini di Supersano, Muro Leccese, Salve,
Scorrano, Spongano, Surano, quest'ultimo dotato di un vasto
parco commerciale con diversi colossi della grande
distribuzione a servizio del Capo di Leuca. Sprovvista di fibra
e' anche Porto Cesareo, una delle piu' note stazioni balneari
del versante ionico salentino. Ma la fibra manca anche a
Peschici, localita' turistica tra le piu' apprezzate del
Gargano, e poi anche ad Ischitella, Cagnano Varano, Carpino,
Serracapriola, Chieuti. Nel sub appennino dauno, non si
raggiungono neppure i 30 Mb a Sant'Agata di Puglia, Rocchetta
Sant'Antonio, Biccari, Volturino e in diversi altri centri.
Quanto ai capoluoghi, Bari e' cablata fino a 100 Mb per il
92,4%, Taranto al 67,9%, Brindisi al 66,7%, Lecce al 47,2%,
Foggia al 54,9%, Barletta al 71,6%, Andria al 41,1% e Trani al
95%.(AGI)
Le2/Sec
080916 AGO 17

NNNN