+T -T


SPIAGGE LIGURIA. CONCESSIONI DEMANIALI RINNOVATE PER 30 ANNI

martedì 31 ottobre 2017


ZCZC
DIR0572 3 AMB 0 RR1 N/AMB / DIR /TXT


OK DA CONSIGLIO REGIONALE A DUE LEGGI ANTI-BOLKESTEIN

(DIRE) Genova, 31 ott. - Approvate in Consiglio regionale della
Liguria a larga maggioranza, nonostante il forte rischio di
impugnazione da parte del Consiglio dei ministri, le due leggi
per stemperare l'effetto della direttiva europea Bolkestein sui
gestori degli stabilimenti balneari liguri -quasi 4.000 in
Liguria- e sul rinnovo delle concessioni demaniali per 30 anni
evitando la gara prevista invece dalle norme introdotte da
Bruxelles. Accolto anche un ordine del giorno che invita il
presidente, Giovanni Toti, a condividere il testo della legge
ligure in Conferenza delle Regioni e a sollecitare il governo
affinche' il rinnovo trentennale delle concessioni sia inserito
anche all'interno del disegno di legge delega in corso di
redazione. La prima legge, approvata all'unanimita', intende
riconoscere la tipicita' dell'impresa balneare ligure per il suo
patrimonio storico e culturale. La seconda legge, con i cinque
voti contrari del Movimento Cinque Stelle e le due astensioni di
Rete a Sinistra-Liberamente Liguria, entra nel merito delle
concessioni demaniali e si fonda su quattro obiettivi:
riconoscimento del legittimo affidamento delle aziende balneari
liguri agli attuali titolari delle concessioni; riconoscimento
del valore di impresa; riconoscimento di un congruo periodo
transitorio di non meno di 30 anni; corretta applicazione della
direttiva Bolkestein tenendo conto che l'impresa balneare ligure
non e' un servizio ma un bene in concessione.
"La legge che rinnova le concessione demaniali- afferma il
consigliere del Movimento 5 Stelle, Fabio Tosi- e' non solo in
palese contrasto con le normative europee relativa ai servizi del
mercato europeo comune, ma oltrepassa di gran lunga le competenze
regionali e si avvia verso una nuova, prevedibile, impugnazione
da parte del governo alla Corte costituzionale". (SEGUE)
(Sid/ Dire)
13:05 31-10-17

NNNN
ZCZC
DIR0573 3 AMB 0 RR1 N/AMB / DIR /TXT

SPIAGGE LIGURIA. CONCESSIONI DEMANIALI RINNOVATE PER 30 ANNI -2-


(DIRE) Genova, 31 ott. - Invece "di affrontare seriamente il
problema, Toti e la maggioranza di centrodestra hanno preferito
la facile propaganda, a caccia di un pugno di voti, prendendo in
giro le tante micro e piccole imprese balneari liguri", prosegue
Tosi. Che ricorda il precedente del 2012 quando la Regione
Liguria, allora a maggioranza di centrosinistra, si vide
respingere un provvedimento analogo per prorogare automaticamente
le concessioni in caso di eventi atmosferici eccezionali.
Piena soddisfazione espressa da Toti: "Oggi diamo un segnale
importante al governo sul fronte dell'autonomia delle regioni: la
legge sui balneari che abbiamo votato in Consiglio regionale, con
il riconoscimento della specificita' della categoria, il
prolungamento delle concessioni e la messa a disposizione di
nuovi spazi di arenile e' un giusto compromesso di come debba
essere affrontata l'applicazione in Italia di una direttiva
europea, la Bolkestein, che rischia di essere molto penalizzante
per i balneari". L'assessore regionale al Demanio, Marco Scajola,
sottolinea che "fin dal nostro insediamento, come giunta, abbiamo
ritenuto fondamentale mettere in atto iniziative legislative per
sostenere le imprese balneari, in un momento caratterizzato da un
vuoto normativo nazionale che rischiava di penalizzare il loro
lavoro. Siamo i primi a entrare con una nostra legge nel tema del
principio della proroga trentennale e del legittimo affidamento
delle imprese balneari a chi da anni li gestisce. Gia' altre
regioni mi hanno contattato per avere le nostre proposte di
legge. Non posso che ringraziare tutti per la collaborazione".
(Sid/ Dire)
13:05 31-10-17

NNNN