L.BILANCIO, REGIONI: IRRAGIONEVOLE TERMINE FINE APRILE PER TAGLI

martedì 7 novembre 2017



PPA0120 1  PEC NG01 931 ITA0120;

 

(Public Policy) - Roma, 07 nov - "La scadenza del 30 aprile" per le Regioni, per il riparto del taglio da 300 milioni previsto con la legge di Bilancio, "è incompatibile con la possibilità di dare maggiori spazi finanziari agli enti locali del proprio territorio per investimenti attraverso le intese regionali con gli enti locali il cui iter ha inizio il 15 gennaio". Lo ha detto Massimo Garavaglia, rappresentante della Conferenza delle Regioni, durante un audizione sulla manovra di fronte alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Con il taglio così ravvicinato - ha spiegato - crea "l'impossibilità di programmazione finanziaria per un quadrimestre". Le Regioni dunque hanno chiesto di far slittare la scadenza al 31 gennaio" successivo.


(Public Policy) @PPolicy_News

 SOR
071555 nov 2017