+T -T


Baretta, su slot machine in Piemonte strada in salita

giovedì 7 dicembre 2017



ZCZC
PN_20171207_01324
4 cro gn00 gv11 rg13 XFLA

Baretta, su slot machine in Piemonte strada in salita
Senza esito primo incontro con Chiamparino per tentare mediazione

Torino, 7 dic. (askanews) - ""E' un percorso in salita. Ma avendo
come riferimento le gare del Bingo e delle scommesse che
dobbiamo fare entro il 2018 confido che quell'appuntamento possa
essere preceduto da progressivi chiarimenti"". Lo ha detto a
Askanews il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta
uscendo dall'incontro in Regione Piemonte con il presidente
Sergio Chiamparino e a cui hanno partecipato sia il presidente
del Consiglio regionale Mauro Laus che l'assessore alla Sanita
Antonio Saitta sulla legge regionale contro la ludopatia che
prevede di allontanare le slot machine di almeno 500 metri da
luoghi cosiddetti sensibili, come chiese, scuole, o bancomat e di
fatto rendendone illegali oltre due su tre. ""Quella del
Piemonte è una legge troppo restrittiva"", ha osservato Baretta
dopo l'incontro che segue un convegno sullo stesso tema a Torino
dove le parti, governo e Regione Piemonte, hanno ribadito la loro
distanza .
(segue)

Eug

07-dic-17 14:30
"

NNNN
Baretta, su slot machine in Piemonte strada in salita -2
ZCZC
PN_20171207_01325
4 cro gn00 XFLA

Baretta, su slot machine in Piemonte strada in salita -2


Torino, 7 dic. (askanews) - Baretta ha negato che la posizione
del governo possa fare da cassa di risonanza ai gestori. ""E una
cassa di risonanza per la legalità non per i gestori. Sto
pensando ai cittadini - ha dichiarato - : se trovano uno spazio
legale seppure ridotto - perché non c'è solo la ludopatia ma
anche il gioco normale - giocano in condizioni di protezione, se
non trovano niente potrebbero essere risucchiati in una
situazione di illegalità e quindi con rischi più ampi, a
cominciare dall'usura"". ""Che il gioco legale sia eccessivo e si
debba ridurlo perché ha comportato fenomeni negativi , lo diciamo
da tempo - ha proseguito Baretta ricordando la decisione di
ridurre la diffusione delle macchinette del 35% - però se si va
verso una logica proibizionista c'è il rischio che la parte più
debole della popolazione sia attratta da una situazione di
illegalità"".

Eug

07-dic-17 14:30
"

NNNN