+T -T


8 MARZO. SERRACCHIANI: MENO 30% DONNE IN PARLAMENTO NON È NOVITA

giovedì 8 marzo 2018


ZCZC
DIR0214 3 POL 0 RR1 N/POL / DIR /TXT



(DIRE) Roma, 8 mar. - "Il fatto che in Parlamento siano state
elette meno del 30% delle donne purtroppo non e' una novita'.
L'altra volta con un sistema elettorale diverso si era riusciti
ad eleggere piu' donne. Questa volta a briglie sciolte la donna
non e' la prima scelta e non e' neanche per le donne che le
votano". Lo ha detto la presidente della Regione Friuli Venezia
Giulia e dimissionaria della segreteria del Pd, Debora
Serracchiani, in un'intervista a InBlu Radio, il network delle
radio cattoliche della Cei.
"Non ho mai trovato- ha aggiunto la Serracchiani- una grande
solidarieta' nel voto delle donne. Se qualche anno fa avrei detto
di essere assolutamente contraria a sistemi come le quote rosa,
oggi dico che abbiamo bisogno di un aiutino da casa".
La Serracchiani e' poi tornata sulle recenti elezioni: "La
sconfitta e' stata netta. Questo ha portato non solo alle mie
dimissioni, che ho trovato un atto dovuto e che ho ritenuto
improrogabili, ma anche al fatto che quando si perde come abbiamo
fatto noi si deve partire necessariamente dall'opposizione. Ci
sono forze politiche che hanno vinto in modo netto e chiaro".
"L'errore peggiore che potrebbe fare il Pd in questo momento-
ha concluso la Serracchiani- e' quello di gettare la spugna.
Credo invece che siamo in grado di rilanciarci presto. Ci
attendono tempi sconosciuti perche' oggettivamente abbiamo un
problema di governabilita' del Paese. Il pallino ora e' in mano a
Di Maio e Salvini. Il Pd dovra' partire dal gradino piu' basso
con umilta' e serieta' perche' non siamo piu' stati quelli a cui
affidare il proprio futuro".
(Vid/ Dire)
11:18 08-03-18

NNNN