Pfas: Zaia, 'fallimento Miteni? Come volevasi dimostrare'

martedì 6 novembre 2018



ZCZC4182/SXR
OVE77738_SXR_QBXV
R CRO S41 QBXV

   (ANSA) - VENEZIA, 6 NOV - "Come volevasi dimostrare. Dicevamo
che se vanno a portare i libri in tribunale le bonifiche le
pagherà la comunità. E' esattamente quello che sta accadendo".
Lo ha affermato stamani a Marghera il presidente del Veneto,
Luca Zaia, commentando la richiesta di fallimento avanzata dalla
Miteni di Trissino (Vicenza), al centro della vicenda
dell'inquinamento da Pfas.
   "Ci dicevano - ha proseguito Zaia - che non volevamo chiudere
la Miteni perché chissà che malaffare c'era dietro. Questo è il
motivo: nel momento in cui un'azienda chiude, le bonifiche sono
un problema della comunità, soprattutto se chiude fallendo. Io
spero che si possa recuperare al massimo, perché le bonifiche in
quei territori vanno fatte. La tragedia la stanno vivendo le
famiglie, i territori e i lavoratori della Miteni - ha concluso
- che si sono ritrovati dalla sera alla mattina in strada".
(ANSA).

     BUO
06-NOV-18 13:39 NNN