ISTAT: IN ITALIA TASSO DI OMICIDI PIU'' BASSO DELLA MEDIA UE E IN FORTE CALO

giovedì 15 novembre 2018



ZCZC
ADN0450 7 CRO 0 ADN CRO NAZ INT

   

      Più vittime fra gli uomini in Campania, fra le donne in Calabria
      Roma, 15 nov. (AdnKronos) - In Italia si uccide meno che in Europa e
molto meno rispetto ai decenni passati. E'' quanto emerge dal report
dell''Istat sugli omicidi nel 2017, che in totale hanno fatto
registrare 357 vittime - poco meno di una al giorno - di cui 234
uomini e 123 donne, con un tasso pari a 0,59 omicidi ogni centomila.
L''anno precedente il tasso era 0,7 sensibilmente più basso rispetto al
tasso 1 della media europea.
      In questa speciale classifica, l''Italia occupa soltanto il 23° posto
sui 28 Paesi Ue. In testa i tre baltici: Lettonia, Lituania ed Estonia
seguiti da Belgio e Ungheria; in coda dopo l''Italia figurano
nell''ordine Portogallo, Spagna, Repubblica Ceca, Austria e Slovenia.
La Francia è al di sopra della media Ue, la Gran Bretagna esattamente
in media, Germania e Polonia al di sotto.
      Per quanto riguarda le singole regioni, i tassi di omicidio con uomini
come vittime sono più alti in Campania, seguita da Calabria, Puglia e
Sardegna; con vittime donne in Calabria, seguita da Friuli-Venezia
Giulia, Campania e Sardegna. (segue)
      (Bon/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-NOV-18 12:50
NNNNISTAT: IN ITALIA TASSO DI OMICIDI PIU'' BASSO DELLA MEDIA UE E IN FORTE CALO (2)
ZCZC
ADN0592 7 CRO 0 ADN CRO NAZ INT

      ISTAT: IN ITALIA TASSO DI OMICIDI PIU'' BASSO DELLA MEDIA UE E IN FORTE CALO (2) =

      Nell''ultimo quinquennio sono stati 233 quelli della criminalità
mafiosa di cui 148 in Campania
      (AdnKronos) - In particolare, per quel che concerne la criminalità
organizzata, è riconducibile ad essa il 13% degli omicidi commessi in
Italia nel 2017: erano il 9% nell''ultimo quinquennio ma ben il 33% tra
il 1988 e il 1992. Fra il 2013 e il 2017, il totale degli omicidi
ascrivibili a organizzazioni mafiose è stato pari a 233: ben 148 in
Campania, poi 36 in Puglia, 31 in Calabria, 15 in Sicilia e 3 in altre
regioni.
      Se il primato degli omicidi di uomini spetta al Mezzogiorno con un
tasso di 1,7 ogni centomila abitanti nel Sud e di 1,4 nelle due Isole,
per gli omicidi di donne non c''è una localizzazione geografica
largamente prevalente, con un valore più alto pari a 0,5 registrato
nel Centro Italia.
      In media, i Comuni capoluogo registrano un tasso di omicidio più alto
- 1 contro 0,7 - rispetto al resto della provincia. Quanto all''età,
risultano più elevati nella fascia tra i 25 e i 34 anni tra gli uomini
mentre le vittime donne sono più alti oltre i 64 anni. Le vittime sono
straniere in poco meno di un caso su cinque con in testa rumeni,
marocchini e albanesi.
      (Bon/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-NOV-18 13:31
NNNN