+T -T


Ex Ilva: Emiliano, decarbonizzazione unica strada Governatore alla visita del segretario di Stato vaticano Parolin

domenica 23 dicembre 2018


ZCZC1099/SXA
OBA38344_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

   (ANSA) - TARANTO, 23 DIC - "Per la Regione Puglia la
decarbonizzazione dell'acciaieria di Taranto resta l'unica
strada per conciliare ambiente, salute e lavoro. Devo
ringraziare il cardinale Parolin per le sue parole nitide: ha
parlato di ecologia integrale, significa non tralasciare nulla
di quanto la tecnologia oggi mette a disposizione e applicare
ogni rimedio esistente per rendere compatibile la salute e il
lavoro. Quindi più di questo non si poteva chiedere". Lo ha
detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano,
partecipando all'incontro nello stabilimento siderurgico
ArcelorMittal di Taranto con il cardinale Pietro Parolin,
segretario di Stato Vaticano, per le celebrazioni del 50esimo
anniversario della visita di San Paolo VI, che celebrò la messa
della notte di Natale del 1968 all'Italsider.
   "Mi auguro - ha spiegato Emiliano - che i nuovi acquirenti di
quella che un tempo chiamavamo Ilva rispettino evidentemente
questo indirizzo che è coincidente con quello della Regione
Puglia che ha chiesto la integrale decarbonizzazione della
fabbrica, coincidente con quello del buonsenso, coincidente con
il Trattato di Parigi Cop21, con l'enciclica 'Laudato sì', con
il convincimento dei principali Paesi civili del mondo". Non c'è
ragione "per non adeguarsi - ha aggiunto - a quello che chiede
l'azienda - se ho capito bene - ovvero che anche il resto del
mondo e dell'Unione europea si adatti a queste nuove regole per
avere parità di concorrenza. Questo mi pare giusto, perché se
ArcelorMittal farà il suo dovere, e noi vigileremo con grande
attenzione che lo faccia, è anche giusto che pretenda che gli
altri suoi concorrenti facciano la stessa cosa".
   "Noi - ha concluso Emiliano - saremo al fianco di
ArcelorMittal perché anche la questione della concorrenza sia
risolta, perché non si può chiedere solo a qualcuno e non a
tutti di fare un grande cambiamento rivoluzionario come quello
che viene oggi richiesto anche dalle parole del cardinale
Parolin". (ANSA).

     YB6-BU
23-DIC-18 11:19 NNN