+T -T


==Migranti: Rossi, l'assistenza sociale compete alle Regioni Salvini non ha aumentato i rimpatri,il decreto è solo propaganda

lunedì 7 gennaio 2019


ZCZC0653/SXR
XCI43118_SXR_QBXX
R POL S57 QBXX

   (ANSA) - ROMA, 7 GEN - "Questa legge ostacola il nostro
lavoro: erogare assistenza sociale. Invade una materia che la
Costituzione ci affida". Così il presidente della Regione
Toscana, Enrico Rossi, spiega - in un'intervista a La Stampa -
le ragioni del ricorso alla Consulta contro il decreto
sicurezza, che oggi sarà deliberato dalla sua giunta.
   "Secondo i nostri conti in Toscana ci sono almeno 6mila
persone che diventano 'invisibili' - afferma - Gli stessi
volontari dicono: se continuiamo a tenere queste persone nei
nostri centri verremo accusati di favoreggiamento della
clandestinità? Pensi in che condizioni hanno messo il Paese!
Dall'oggi al domani rischiamo di ritrovarci in giro decine di
migliaia di giovani disperati, altro che maggiore sicurezza".
   "Cosa fa Salvini? Le rimpatria tutte queste persone? - chiede
- Aveva già promesso di rimpatriarne 600mila, ma non mi pare che
nel suo semestre radioso siano aumentati i rimpatri, anzi. Ô una
legge propagandistica, gli serve solo a mostrare i muscoli".
   Sulla questione, Rossi invita quindi la sinistra a fare
autocritica: "Penso che purtroppo il successo di Salvini nasce
dalla timidezza e dall'arretramento culturale della sinistra, si
doveva fare leva sui sindaci per impiegare questi ragazzi in
attività socialmente utili, invece che tenerli a bighellonare
pagando 35 euro per ciascuno a una cooperativa. Questo ha creato
una reazione negativa, è stato un errore del governo
precedente". (ANSA).

     Y12-LEM
07-GEN-19 09:01 NNN