Abruzzo:trionfa centrodestra, netta vittoria Marsilio

lunedì 11 febbraio 2019


IL PUNTO = Abruzzo: trionfa centrodestra, netta vittoria Marsilio =
ZCZC
AGI0125 3 POL 0 R01 /

= IL PUNTO = Abruzzo: trionfa centrodestra, netta vittoria Marsilio =
(AGI) - L'Aquila, 11 feb. - L'Abruzzo sceglie il centrodestra
ed elegge Marco Marsilio alla presidenza della regione. A
scrutinio quasi concluso il candidato della coalizione ha
segnato una vittoria netta con circa il 49% dei consenti contro
il 31% circa del candidato di centrosinistra, Giovanni Legnini.
Al terzo posto, nettamente staccata, Sara Marcozzi, candidata
M5s, sotto il 20%, circa il 19%.
"I cittadini - ha detto Marsilio nelle sue prime
dichiarazioni - ci danno appoggio in pieno". Marsilio ambisce a
diventare il terzo governatore nato fuori regione, dopo Ugo
Crescenzi (primo presidente nel 1970) e Vincenzo Del Colle
(governatore dall'ottobre del '92 all'aprile del 1995).
Entusiasmo anche dalle prime parole di Matteo Salvini: "Una
vittoria clamorosa ma non cambia nulla a livello di governo.
Avanti con il lavoro. Abbiamo tanti impegni da mantenere".
Nonostante si sia trattato di un voto "isolato",
l'affluenza non e' stata troppo bassa. Gli elettori che si sono
recati alle urne sono stati il 53,1% degli aventi diritto, in
calo di oltre 8 punti rispetto alle precedenti Regionali (nel
2014).
Nel voto alle liste emergono forse le indicazioni piu'
clamorose di queste elezioni. Il primo partito, un po' a
sorpresa, diventa la Lega di Salvini, che raddoppia il
risultato ottenuto alle Politiche 2018 superando il 26% dei
consensi. Decisamente deludente e' invece il risultato del
Movimento 5 Stelle, che si ferma sotto il 20% : non solo
rispetto al - quasi - 40% conquistato lo scorso 4 marzo in
Abruzzo, ma persino rispetto al 21,4% ottenuto 5 anni fa.
L'aspirante governatore del centrodestra - coalizione
composta da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Udc-Dc-Idea
e Azione Politica - e' nato a Roma nel 1968 da una famiglia di
origini abruzzesi, Tocco da Casauria (Pescara). E' laureato in
filosofia alla Sapienza. Dalla fine degli anni Ottanta e nei
primi Novanta partecipa ai movimenti studenteschi e
universitari e dal 1996 al 2000 e' vicepresidente di Azione
Giovani, il movimento giovanile di Alleanza Nazionale.
Oltre a Marsilio il corsa c'e' un esercito di 428 candidati
consiglieri. Sara' proclamato eletto il candidato presidente
che ha ottenuto piu' voti nel complesso delle 4 circoscrizioni
(L'Aquila, Chieti, Pescara e Teramo), contestualmente diviene
membro di diritto del Consiglio regionale. Faranno parte del
Consiglio le liste che abbiano ottenuto almeno il 4% dei voti
su base regionale, se corrono da sole, oppure che abbiano
ottenuto almeno il 2% ma facciano parte di una coalizione che,
a sua volta, abbia superato il 4%. Trentuno, compreso il
presidente, i candidati che faranno parte della nuova Assemblea
regionale. (AGI)
Tig/Ett
110801 FEB 19

NNNN