+T -T


= Reddito: Toti, Navigator scendono a 3.000

lunedì 11 marzo 2019

ZCZC
AGI0801 3 ECO 0 R01 /


(AGI) - Roma, 11 mar. - La proposta del governo e' di ridurre a
3.000 il numero dei Navigator. Lo ha riferito il presidente
della Regione Liguria, Giovanni Toti, spiegando che le Regioni
hanno giudicato la proposta "equa", in quanto le strutture
regionali saranno in grado di assorbire questi operatori con
compiti di assistenza tecnica. Successivamente, dopo aver fatto
i concorsi, il numero tornera' a salire. (AGI)
Ing
112026 MAR 19

NNNN


ZCZC
AGI0807 3 ECO 0 R01 /

(2)=
(AGI) - Roma, 11 mar. - "Stiamo inoltrando al ministro al
Lavoro e allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, un testo su
cui c'e' l'accordo di tutte le Regioni che recepisce lo scambio
ultimo di idee che abbiamo avuto con lui questo pomeriggio", ha
precisato Toti. E ha spiegato che e' stato chiarito il
percorso, che prevede un Piano nazionale su cui "le Regioni
dovranno dare un'intesa forte da condividere con il governo,
circa l'ingresso dei cosiddetti navigator, il ruolo degli
stessi come supporto all'assistenza tecnica dei centri per
l'impiego, le risorse che si libereranno dal numero decrescente
dei navigator individuato fino a 3.000", rispetto ai 6.000
precedenti. Quindi - ha proseguito - saranno individuate
"ulteriori risorse da utilizzare nelle politiche attive del
lavoro anche in questa fase transitoria". Toti ha spiegato che
si procedera' alla stipula di convezioni dirette tra il mistero
e le Regioni, tenendo conto delle prerogative regionali. (AGI)
Ing
112039 MAR 19

NNNN


ZCZC
AGI0821 3 ECO 0 R01 /

(3)=
(AGI) - Roma, 11 mar. - "Riteniamo - ha spiegato Toti - che in
questa fase le strutture delle Regioni saranno in grado di
assorbire e di utilizzare al meglio come struttura tecnica un
numero fino a tremila navigator; altrimenti, ci sarebbe stato
un problema non solamente di natura prettamente tecnico
logistica (dove alloggiarli, le attrezzature da dare, il ruolo
di assistenza tecnica rispetto a quelle di front desk che gia'
svolgono i dipendenti dei centri per l'impiego). Riteniamo che
sia una proporzione piu' appropriata rispetto al numero di
6.000 di partenza. Poi in fase definitiva quando le Regioni
faranno i concorsi e verra' assunto in via definitiva il
personale dei Centri per l'impiego a supporto della riforma, il
personale tornera' a salire". Nella riunione straordinaria
della Conferenza delle Regioni, "ci siamo incaricati - ha
sottolineato ancora Toti - di mettere nero su bianco le ultime
determinazioni uscite da una riunione condivisa (quella del
pomeriggio al Mise ndr); quindi non ritengo ci siano soverchi
problemi , poi nel bizantinismo italiano anche le virgole hanno
il loro peso". (AGI)
Ing
112107 MAR 19

NNNN