Migranti: A.Fontana, pediatra anche per figli irregolari

giovedì 14 marzo 2019


 

Governatore, no a clandestini ma chi è qui deve essere assistito

(ANSA) - MILANO, 14 MAR - "Chi non ha titolo per rimanere non

deve rimanere, ma chi è qui deve sere assistito con la massima

attenzione e determinazione". Così il presidente della Regione

Lombardia Attilio Fontana ha risposto a una domanda sulla

delibera approvata dalla sua giunta a dicembre scorso - e di cui

oggi il Corriere della Sera ha dato notizia - che riconosce ai

minori immigrati irregolari il diritto ad avere il pediatra. La

possibilità di essere iscritti al servizio sanitario nazionale

"è una norma che si riferiva ai genitori clandestini, che

evidentemente deve essere estesa anche ai figli dei clandestini"

ha spiegato Fontana durante un'intervista su Radio Lombardia.

"Questo credo che sia una dimostrazione di quanto, nonostante

tutte le cose che si leggono sui giornali, la nostra Regione

voglia poter estendere i servizi essenziali a tutte le persone

che vivono sul nostro territorio. E' tutt'altro il discorso che

noi facciamo. Noi diciamo che chi non ha titolo per rimanere non

deve rimanere, ma chi è qui deve essere assistito con la massima

attenzione e determinazione" ha detto il governatore leghista,

che a proposito dell'approvazione dell'iter per l'approvazione

della delibera, passata sotto silenzio fino ad oggi, ha

aggiunto: "Non mi risulta che ci siano state delle difficoltà, è

stata presentata e approvata, non mi sembra proprio che ci

fossero delle contrapposizioni". (ANSA).

YYI-GNN

14-MAR-19 13:47 NNN